DJ ANICETO OSPITE A STAZIONE41 DI FERMO NEL PROGRAMMA AREA 41: SI PARLERA’ DI VACCINI

Il famoso DJ antidroga Aniceto sarà ospite di Nicola Convertino e Francesco Bravi nel programma Area 41 dove si parlerà di Vaccini.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 13/05/2021 in Attualità da Nicola Convertino
Condividi su:
Nicola Convertino

Area 41, il programma sui misteri dell’emittente Stazione41, non si ferma mai; Questa Domenica alle 20.30 vedrà come ospite in diretta il famoso DJ Aniceto, DJ antidroga, con una carica in Parlamento per le politiche giovanili e sempre in lotta per le problematiche legate all’abuso di stupefacenti da parte dei giovani.

Ma in questa puntata di Area 41 Aniceto darà la sua opinione sui vaccini e sul mondo dello spettacolo che ormai è fermo da oltre un anno.

In studio ci saranno delle fazioni opposte; coloro che sono pro-vax e altri che invece non vedono di buon occhio i vaccini.

La Radio è fortemente schierata a favore dei Vaccini, invece uno dei conduttori, Nicola Convertino, è un forte sostenitore del male che questi fanno alla popolazione e soprattutto ai giovani.

Ormai la corsa al vaccino è inarrestabile ma dentro la coscienza di molte persone si annida il dubbio e la consapevolezza che forse il “miscuglio” che ci viene propinato non è poi così salutare.

Anche la Scienza è divisa, troviamo infatti personaggi come Mantovani, che con tanti anni di studi e esperienze vissute in tutto il mondo fortemente contro i vaccini, e poi il Governo che invece spinge a far vaccinare tutti.

Chi avrà ragione? La risposta in parte viene dipanata nel programma di Domenica sera, ma che ha già preso forma nella puntata della scorsa settimana, dove il Convertino spiegava sia dal punto di vista scientifico che da quello economico come ci sia in atto una precisa politica, coadiuvata dalle case farmaceutiche e avallata dai Governi, atta a indebolire le difese immunitarie della popolazione al fine di renderli schiavi dei farmaci.

Una sorta di farmaco-dipendenti a vita, ossia, spiegava il Convertino: “ognuno di noi è un assegno circolare per la case farmaceutiche che si arricchiscono proprio dalle malattie e dalla dipendenza che abbiamo dei farmaci, questo è possibile proprio indebolendo le nostre difese immunitarie e dal coincidente bisogno di assumere i farmaci per poterci difendere da infezioni, virus, e malattie varie”.

Un meccanismo perverso che ha nei Vaccini la migliore arma da poter usare.

Le case farmaceutiche sono la terza potenza mondiale e si annidano dentro i Governi elargendo fortissime tangenti ai “piani alti”, oltre a creare pressioni politiche finanziando a monte le campagne elettorali.

Ecco uno stralcio del discorso del Convertino: “Controllare le loro azioni è praticamente impossibile, tanto hanno messo le radici sul potere e sui Media, e per poter capire la loro potenza basta vedere come sono stati imposti i vaccini a livello di legge: Oggi almeno 10 vaccini sono resi obbligatori dal 2007 e la cosa devastante è che sono prodotti da industrie private, resi obbligatori per legge e quando si manifestano dei danni (e si manifestano sempre, arrivando anche alla morte) a pagare le vittime è lo Stato. Più chiaro di così …altra cosa da dire è che i vaccini seguono delle “corsie preferenziali”, ossia in fase di sperimentazione si è meno rigorosi rispetto a quanto previsto per gli altri farmaci, pertanto la loro diffusione è più agevole, con il ghigno satanico delle case farmaceutiche”.

Domenica Aniceto da parte sua ci parlerà delle sua esperienza avuta con il vaccino e si soffermerà sulle motivazioni che lo hanno portato a fare la scelta dell’assunzione di esso, oltre a darci un parere sul futuro dello spettacolo dopo questa triste pandemia.

A Stazione41 questa Domenica quindi pareri a confronto, fazioni opposte per far luce su una questione che sta a cuore a tutti, compreso il personale medico che ha avuto l’obbligo di vaccinarsi.

 

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password