Si uccide dopo una multa da 2mila euro

È successo a Pomigliano d'Arco

pubblicato il 20/02/2014 in Attualità da Agi
Condividi su:
Agi

Problemi economici alla base del suicidio di un pizzaiolo, trovato morto nella sua auto, in mattinata, a Pomigliano d'Arco, nel Napoletano. Eduardo De Falco, 43 anni, gestiva un panificio-pizzeria con sede in corso Umberto, a Casalnuovo. Secondo quanto accertato dai carabinieri, l'uomo si e' tolto la vita inalando monossido di carbonio, emesso dal tubo di scappamento della vettura, dopo essersi chiuso nell'abitacolo. L'uomo lascia tre figli. Alla base del gesto, probabilmente, una cartella da 2mila euro dell'Ispettorato del lavoro. A un controllo, al 43enne sarebbe stato contestata la presenza in negozio della moglie, che lo aiutava nel suo lavoro ma non risultava dipendente. Circostanza per la quale era stato multato. Il cadavere e' stato rinvenuto in Masseria Madonnelle.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password