Covid-19, 44 casi nella frazione di Tuturano: il raffronto con i paesi vicini parla chiaro

Nell'ultimo monitoraggio della Asl di Brindisi la frazione brindisina risulta essere quella più colpita della zona sud est della provincia, a San Pietro Vernotico sono 13 i contagiati, a Cellino solo 3.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 10/01/2021 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

Ha provocato molto scalpore il nostro articolo sui presunti 150 contagiati da Covid-19 nella frazione di Tuturano. Come si sa, nella serata di ieri 9 gennaio 2021, è arrivata la secca smentita del sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, che ha parlato di 44 contagiati presenti attualmente nella piccola frazione. Quanto da noi scritto non voleva assolutamente creare panico nella popolazione, ma abbiamo riportato soltanto la notizia, non ufficiale, riportata da una nostra fonte che per privacy ha scelto di restare anonima. Sapevamo che per confermare tali numeri ci sarebbe voluto il riscontro delle autorità, e avevamo già avvisato le stesse in modo da fornirci i numeri precisi. Numeri che sono arrivati proprio in serata. La notizia dei 44 contagiati ha fatto in breve tempo il giro della città e dei media locali, provocando un certo stupore anche tra gli stessi tuturanesi. Aldilà dei numeri, quello che è importante notare, è che la frazione brindisina risulta essere quella più colpita della zona sud est della provincia. La nostra redazione ha visionato nuovamente i dati forniti dalla Asl nella giornata del 5 gennaio, per cui abbiamo confrontato il dato ufficiale dei 44 casi con le attuali infezioni presenti nei comuni vicini. 

La zona più colpita della provincia sembra comunque essere quella nord, dove Fasano ha ad esempio 76 casi e Ostuni 60, mentre il comune capoluogo Brindisi, ne conta attualmente 512 (inclusa Tuturano). Ci sono poi 75 contagiati a Francavilla Fontana, 74 a Oria e 60 a Mesagne, quest'ultima città non lontana da Tuturano. Pur se quella brindisina è una frazione, dista 10 chilometri dal comune capoluogo, per cui è come se fosse un paesino a se stante nonostante sia politicamente un quartiere di Brindisi. Passiamo quindi a vedere l'incidenza con i paesi confintanti con il territorio tuturanese. Nella vicinissima San Pietro Vernotico siamo su numeri tutto sommato normali per una città di 13.684 abitanti, dove nell'ultimo monitoraggio della Asl si contano 13 casi

Un'altra città vicina a Tuturano è Cellino San Marco (6.584 abitanti), dove attualmente si contano solo 3 casi di Covid-19. Di oggi, domenica 10 gennaio, è la notizia che il parroco della cittadina si sia contagiato, per cui seguiremo anche qui l'evolversi della situazione. Altro dato che fa riflettere è quello di San Donaci (6.376 abitanti), dove si contano 12 casi accertati di Covid-19. Come si può notare da questi numeri i paesi intorno a Tuturano hanno un'incidenza di casi relativamente minore di quella della frazione brindisina, che da dati Istat conta 2.956 abitanti. Secondo quanto dichiarato dalla stessa Asl nel bollettino epidemiologio del 5 gennaio, i comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Villa Castelli, Francavilla Fontana, Brindisi, Torre Santa Susanna, San Michele Salentino, Oria

Per questo si diceva che la situazione nella frazione non sia delle migliori, e che ci vuole la responsabilità di tutti per poter uscire da questa fase di emergenza. Quelli sopra riportati sono numeri ufficiali dell'Asl di Brindisi, messi a disposizione del pubblico anche sulla pagina Facebook dell'ente sanitario locale. Per questo ritenevamo inoltre importante avere il dato di Tuturano: era da giorni che cercavamo dei dati, e poi fortunatamente questi sono arrivati. Lo stesso sindaco Riccardo Rossi non ha per niente sminuito la situazione, anzi ha invitato la popolazione a rispettare le regole. "Il quadro che emerge da questi dati deve indurci tutti ad avere maggiore prudenza e massima responsabilità reciproca, nonostante la stanchezza non ci si può rilassare, soprattutto nei prossimi giorni quando, da disposizioni del Governo, saremo in zona gialla" - così ha detto il sindaco Riccardo Rossi comunicando i dati dell'aggiornamento epidemiologico in città. Cogliamo ancora una volta l'occasione per ringraziare l'amministrazione comunale per aver fornito il dato di Tuturano. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password