Due rarissimi esemplari di Ibis sacro uccisi in provincia di Ferrara

Il deputato parlamentare Zanoni: «Italia vergogna dell'Europa»

pubblicato il 04/02/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
I due Ibis uccisi

A Mezzogoro di Codigoro (in provincia di Ferrara), due rarissimi esemplari di Ibis sacro (Threskiornis aethiopicus) sono stati trovati agonizzanti e soccorsi dai volontari LIDA di Argenta (Fe), ma sono morti poco dopo nel Centro Recupero della LIPU di Ferrara.

L’eurodeputato Pd Andrea Zanoni ha affermato: «L'Italia è la vergogna d’Europa. A Ferrara la stagione di caccia si è chiusa nel peggiore dei modi. Ora si devono trovare i responsabili. Invito il Presidente della Provincia di Ferrara Marcella Zappaterra, i responsabili dell’Ambito Territoriale di Caccia 4 di Codigoro a fare quanto in loro potere per smascherare i delinquenti che hanno commesso questo grave reato. Metto a disposizione una taglia di 500 euro a chi fornirà informazioni utili per individuarli».

Le radiografie effettuate dai veterinari hanno rilevato la presenza di pallini di piombo sparati da fucili da caccia, da una o più persone. Purtroppo, nonostante il soccorso immediato, entrambi gli esemplari sono morti dopo poche ore per le gravissime ferite e lesioni subite.

Quest’atto di bracconaggio arriva dopo i precedenti episodi di uccisioni di Ibis eremita in Toscana a in Provincia di Padova,  specie simile all’Ibis sacro e ancora più rara. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password