Cassano Ionio: ritrovati tre cadaveri carbonizzati in un'auto

I corpi di una donna marocchina, di un sorvegliato speciale e di suo nipote

pubblicato il 19/01/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Domenica mattina, a Cassano allo Ionio, in provincia di Cosenza, sono stati rinvenuti tre cadaveri carbonizzati in un auto. La macchina bruciata era dietro un rudere, lungo una strada sterrata, in una zona di campagna impervia e difficile da raggiungere. Da una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, le tre persone - tra cui un bambino piccolo - sarebbero state uccise e poi i corpi bruciati. Nell’auto, completamente distrutta, i carabinieri hanno trovato solo i tre scheletri. Uno era dentro il cofano: dunque, i tre potrebbero essere stati uccisi altrove e poi portati nel luogo del ritrovamento.

Le vittime sono state identificate. Si tratta di un uomo di 52 anni, Salvatore Iannicelli, una giovane donna marocchina, che l’uomo frequentava, ma di cui non si conoscono le generalità, e il nipote dell’uomo, un bambino di tre anni. Dei tre si erano perse le tracce giovedì. Iannicelli, più volte arrestato per droga, aveva l’obbligo di rimanere in casa dalle 20 alle 8: è stato proprio uno dei figli a dare l’allarme per il mancato rientro del padre. Dopo la denuncia di scomparsa, i carabinieri hanno avviato le ricerche in tutta la zona, sentendo parenti e amici del 52enne. Solo più tardi, è avvenuto il ritrovamento dei cadaveri, grazie alla segnalazione di un cacciatore. L’auto carbonizzata, una Fiat Punto, corrisponde al modello di proprietà di Iannicelli. La figlia dell’uomo, madre del bambino scomparso, è in carcere a Castrovillari.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password