Possibile svolta sul caso Celentano

Sarà la procura di Torre Annunziata a decidere se continuare le indagini

pubblicato il 15/01/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

«Ho raccontato tutto ai magistrati, ai giornalisti non devo alcuna spiegazione». È cosi che Josè Manuel Vazquez Valle reagisce alle domande dei giornalisti. Il 35enne messicano, comunicando via mail con la redazione di Quarto Grado, invita i giornalisti a non divulgare immagini che lo ritraggano. L'uomo dice anche di aver raccontato ai magistrati messicani la sua verità su Celeste Ruiz, la misteriosa ragazza che nel 2010 sosteneva di essere Angela Celentano e di non voler essere più cercata.

Secondo indiscrezioni, Vazquez avrebbe confessato di essersi finto Celeste e di aver poi contattato la famiglia di Angela Celentano. La chiave del mistero, quindi, è nei verbali dell’interrogatorio in cui Vazquez avrebbe finalmente deciso di rivelare la verità.
A breve, le copie di questi verbali dovrebbero essere consegnate alla procura della Repubblica di Torre Annunziata, che a quel punto, potrebbe stabilire se archiviare il caso o continuare le indagini. Angela Celentano scomparve nel 1996 durante una gita sul monte Faito. Nel 2010, la fantomatica Celeste Ruiz contattò via mail la famiglia Celentano, dicendo di essere Angela, di stare bene e di non voler essere cercata. La procura di Torre Annunziata aprì immediatamente un fascicolo. Un’indagine che, alla luce dei recenti sviluppi, sembrerebbe essere giunta ad una svolta.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password