Lotteria Italia, venduto a Lecco il biglietto da 5 milioni di euro

Secondo e terzo a Casoria (Napoli) e Torino. Il quarto a L'Aquila

pubblicato il 07/01/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Finisce a Lecco il primo premio della Lotteria Italia edizione 2013: il tagliando vincente è quello con la sigla N 339302.

La Lombardia torna così protagonista con il premio più alto: l'ultima vincita massima risaliva all'edizione 2002, quando a Rho, in provincia di Milano, furono vinti 5 milioni.Il secondo premio da 2 milioni va al tagliando I 492864 venduto a Casoria (Na), mentre il terzo da 1,5 milioni va al tagliando D 401815 venduto a Torino. E poi: quarto premio da un milione di euro al tagliando O 311936 venduto a L'Aquila; il quinto da 500.000 euro al tagliando O 264328 venduto a Pietrasanta (Lu); il sesto da 300.000 euro va al tagliando E 452669 venduto a Palermo.

Con oltre 5,4 milioni di euro vinti la Lombardia è stata la regione piu' fortunata nell'edizione 2013 della Lotteria Italia. Merito soprattutto del primo premio da 5 milioni, finito a Lecco, ma anche dei sei premi di seconda categoria da 60mila euro l'uno e dei quattro di terza fascia da 20mila. La Campania, riferisce Agipronews, occupa la seconda posizione con vincite che hanno superato 2,3 milioni di euro, tra cui i 2 milioni di Casoria. Terza piazza per il Piemonte, con 1,6 milioni, che si e' aggiudicato il terzo premio da 1,5 milioni centrato a Torino.

Nella 'top 5' delle regioni più fortunate di quest'edizione figurano anche Abruzzo e Toscana, rispettivamente con un milione e con 880mila euro. L'Agenzia delle dogane e dei monopoli comunica l'elenco completo dei biglietti vincenti della Lotteria Italia 2013. In questa edizione, riferisce Agipronews, sono stati venduti 7.675.300 biglietti per una raccolta complessiva di 38.376.500 euro e ai rivenditori, presso i quali sono stati acquistati i biglietti vincenti, è stato riservato un premio complessivo di 59.000 euro. L'elenco completo sara' disponibile su www.aams.gov.it e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password