Passioni da “supereroi”: la musica di Francesco

La rubrica delle persone comuni

pubblicato il 02/06/2016 in Attualità da Chiara pirani
Condividi su:
Chiara pirani

Un'intervista in cui la protagonista è la musica.

Cominciamo a “suonare” con Francesco.

“La musica per me è qualcosa di fondamentale, di indispensabile. Fa parte di me.

Attraverso la musica riesco ad esprimere tutto me stesso.”

 

Una compagna di vita. Ecco cos'è la musica per Francesco, una fedele amica che l'ha sempre accompagnato.

 

“Ho scoperto di non poterne più fare a meno quando, svolgendo il ruolo di ministrante in chiesa, sono rimasto affascinato dal suono dell'organo.

Il tutto si è rafforzato ancora di più quando ho scoperto di avere l'“orecchio assoluto”, una dote non da poco.”

Una dote unica, che rende la musica speciale per Francesco e Francesco speciale per noi, per chi lo ascolta suonare.

“Mi piace particolarmente suonare al mattino perché, essendo più riposato, riesco a rendere meglio.”

Ma il bello è che Francesco è capace di stupire e di ammaliare chi lo ascolta in qualsiasi momento della giornata.

Con la sua straordinaria bravura, con le sue doti particolari e uniche, riesce a trasportare tutti in un universo parallelo, in un mondo fatto di note e di suoni piacevoli.

 

“In conservatorio ho imparato tanto dal mio insegnante, colui che mi ha preparato all'esame di ammissione, mi ha dato dei consigli di cui farò tesoro anche per il futuro. Imparare da lui e con lui mi ha reso davvero felice!”

 

La musica evoca in me tantissime emozioni. Quando suono mi sento bene.”

 

Difficile riassumere le mille sfumature della musica in una sola parola.

 

Oserei dire GIOIA. La musica per me è prima di tutto gioia.”

 

Quella gioia che rende felici.

Quella gioia che è visibile anche sui volti di chi ascolta.

Quella gioia che sembra essere in grado di venir trasmessa, proprio attraverso la musica.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password