Il centro-destra vince alle comunali, flop per il Pd

Crolla di 13 punti l'affluenza: solo il 46%

pubblicato il 26/06/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

La vittoria del centro-destra segna le amministrative 2017, che vedono quasi la totalità dei 22 capoluoghi passare al filone Lega Nord e Forza Italia.

Uno schiaffo per il Pd: cadono le rosse Genova e Pistoia, più sei comuni su sei in tutta l'Emilia-Romagna.

Il centro-destra, presentandosi unito dall'alleanza tra Salvini e Berlusconi, vince clamorosamente: al Sud, dove vi è una disaffezione nei confronti di Salvini, il centro-destra è portato avanti da Forza Italia.

Tra le più sorprendenti, al vittoria di Genova, dove Marco Bucci vince sul centro-sinistra di Gianni Crivello. Idem con patate per la Spezia, Parma e Verona. All'Aquila finisce il decennio di centro-sinistra dell'era Cialente, sostituito dal centro-destra Pierluigi Biondi. Per non parlare di Pistoia che, dai tempi del dopoguerra, è sempre stata governata dalla sinistra, passa nelle mani del centro-destra con Alessandro Tomasi.

Padova va al centro-sinistra, mentre Carrara è la seconda città toscana ad essere governata dal Movimento Cinque Stelle. Al M5s vanno anche Guidonia, la terza città più popolosa del Lazio, e Ardea.

Importante anche la nota di affluenza, che scende di 13 punti: parliamo del 46%, rispetto al primo turno 58,9. Per un totale di 11 milioni di italiani coinvolti nelle votazioni.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password