Arezzo: 17 ore al pronto soccorso, poi rianimazione, intervento chirurgico e muore

La procura ha aperto un fascicolo sul caso

pubblicato il 04/02/2017 in Attualità
Condividi su:

Una donna  di 47 anni è morta all'ospedale di Arezzo dopo 17 ore trascorse al pronto soccorso , per poi essere trasferita  in terapia intensiva dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico che è stato del tutto inutile. La famiglia ha denunciato i fatti  Il caso è passato all'esame della Procura della Repubblica di Arezzo nella persona del pm Laura Taddei.  


Lunedì il cadavere della donna sarà sottoposto ad autopsia  condotta dall'equipe di medicina legale dell'Università di Siena. 

Questi i fatti: la donna era arrivata nella mattina di giovedì al pronto soccorso accusando forti dolori al ventre e le era stato diagnosticata in prima battuta una pancreatite. Dopo l'antidolorifico del caso alla donna sono stati fatti una serie di esamie che non hanno evidenziato particolari patologie, ma intorno alle venti è arrivato   l'arresto cardiaco, la rianimazione e il successivo intervento chirurgico che purtroppo non le ha salvato la vita. La Asl Toscana Sud ha aperto un'inchiesta per fare luce sui fatti "Andremo fino in fondo alla ricerca della verità", ha detto il direttore generale della Asl Enrico Desideri.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password