Molise: commercio di documenti falsi

Laboratorio tecnologico di documenti falsi pronti per tutto il territorio

pubblicato il 30/01/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

La Polizia Stradale di Lecco, Isernia e Campobasso ha arrestato due molisani per il reato di uso di documenti falsi per l'espatrio.

Un vero e proprio laboratorio tecnologico avanzato: stata trovata una stamperia clandestina di documenti falsi, tutti riconosciuti dagli Stati dell'Unione europea.
Tra essi titoli validi per l'espatrio, potenzialmente utilizzabili sia per l'immigrazione che per l'emigrazione clandestina, e migliaia tra carte d'identità, patenti di guida, carte di circolazione, certificati assicurativi.

I poliziotti hanno rinvenuto anche un'ingente somma di denaro contante e macchinari e strumenti informatici, con hardware e software di ultima generazione, tutti idonei alla falsificazione di documenti.
Agivano su tutto il territorio nazionale: i reati contestati agli arrestati vanno dalla ricettazione, al falso documentale, al furto, al riciclaggio di denaro e alla truffa ai danni dello Stato.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password