È successo in Italia l’8 dicembre 2016

Il resto delle notizie dal nostro Paese

pubblicato il 08/12/2016 in Attualità da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
In Italia è emergenza mutui

I numeri della Scala. Incasso boom per la prima della stagione lirica 2016-17, nella serata di sant’Ambrogio: la “Madama Butterfly” di Puccini ha incassato 1.950.000 euro, cifra in linea con quella dello scorso anno, come nota il capoufficio  dl teatro scaligero, Carlo Besana (l’anno scorso, infatti, la “Giovanna d’Arco” di Verdi sfiorò i due milioni).  “Lo spettacolo aveva raggiunto il tutto esaurito già una decina di giorni fa, ha evidenziato Besana. Su Raiuno a seguire lo spettacolo sono stati 2 milioni e 644 mila spettatori, per una media di share del 13,48%

Emergenza criminalità. Vasta operazione anti-droga dei Carabinieri di Roma: 33 persone arrestate, quasi tutte nei pressi dei luoghi-chiave della movida romana. Sequestrati settantacinque kg di cocaina, hashish e marijuana “amnesia”, un tipo di marijuana rinforzata con metadone e cocaina.
Arrestato a Reggio Emilia un pedofilo seriale: si tratta di un  quarantenne sudamericano, che per oltre 10 anni  aveva attirato le sue giovani vittime (soprattutto adolescenti) su Internet, in special modo sui social network. Tuttavia sembra che non disdegnasse neppure metodi di adescamento più tradizionali: travestito da donna disinibita, dalla finestra della sua abitazione gettava banconote ai minori in uscita dalle scuole per indurli a salire da lui.  
Baby boss a Napoli: l’arcivescovo partenopeo, card. Sepe, lancia l’allarme. Ragazzi in verdissima etàche si ergono a capo clan” e riescono ad attrarre attorno a sé, come scagnozzi e manovali, milizie di loro coetanei. Per contrastare questa spaventosa deviazione giovanile serve più lavoro: “Progetti concreti. Stiamo pensando a come favorire le cooperative per creare lavoro non solo per un tempo determinato, ma in modo continuativo nel futuro.” 

Istat. Famiglie italiane sempre più in affanno per quanto riguarda il pagamento di mutui e affitti: i numeri relativi al 2015 dicono che il 5,4% di esse risulta indietro col pagamento delle rate. Ed è il dato più alto da quando è iniziata l’attività di rilevazioni statistiche relative a questo settore, cioè dal 2004. Le difficoltà maggiori, prevedibilmente, sono al Sud, dove le famiglie con l’acqua alla gola per questa voce di spesa sono il 6,9%, mentre al Nord il mutuo è un problema per il 4,9%.  Se si fa un confronto  intergenerazionale, gli under 35 con questi problemi di pagamento sono il 12%, mentre gli over 65 sono solo l’1,5%. Mettere da parte qualcosa di sostanzioso a fine mese, comunque, resta un traguardo impossibile per il 71,6% delle famiglie

Coldiretti-Ixè. Nonostante la perdurante crisi (in cui ora si innesta anche quella di governo). non sembra scemare l’entusiasmo natalizio degli italiani. Il 58% di essi, infatti (praticamente 6 su 10), negli ultimi giorni ha visitato e fatti acquisti nei mercatini di Natale che si stanno in questo periodo moltiplicando nelle piazze delle piccole e grandi città. E ad Ancona il colore natalizio si unisce all’impegno solidale: fino all’11 dicembre il mercato Campagna Amica di piazza Pertini darà spazio alle aziende agricole delle aree terremotate del Centro Italia.

Emergenza discriminazioni. Un nigeriano perseguitato in patria perché gay, e attualmente ospite di una struttura di accoglienza per migranti in Val d’Aosta, ha ottenuto dal tribunale di Torino lo status di rifugiato politico. L’uomo era giunto in Italia 3 anni fa

Politica. Il M5S è la cosa più lontana che esista dalla DC. Lo assicura Beppe Grillo, in un post sul suo blog, dal titolo “Il M5S, un corpo solo un’anima sola”: “Nel M5S non esistono correnti: abbiamo bisogno di idee condivise, e non di opinioni divisive. Chi si candida a premier o parlamentare non si candida per proporre un proprio programma, ma si impegna a rendere fattivo quello deciso in Rete dalla nostra comunità”.
Intanto, primo giorno di consultazioni al Quirinale per uscire dalla crisi di governo. Il presidente Mattarella ha incontrato nell’ordine la presidente della Camera, Boldrini, il presidente del Senato, Grasso, e il presidente emerito, Napolitano: bocche cucite da parte di tutti. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password