Speciale Alluvione: Firenze, 4 novembre 1966

Nella tragedia è rimasta per sempre la solidarietà di mille mani che spalarono il fango

pubblicato il 04/11/2016 in Attualità
Condividi su:

La pioggia resta sempre la stessa anche dopo cinquant’anni con la stessa forma, la stessa consistenza e bagna oggi come allora. Ma cinquant’anni fa  decise di assumere una forma cattiva e pericolosa, una forma che potesse sfogare tutta la sua rabbia accumulata nel restare giorni e giorni su una nuvola a subire il volere incondizionato del vento.

Vagando nei cieli si fermò incantata da una bellezza mai vista, vide sotto di se una città, Firenze, con mille monumenti dove la bellezza sorrideva sempre e vide li intorno pascoli verdi e campagne ridenti. Decise allora di doversi  staccare dal vento che la portava in giro senza poesia e così cadde copiosa ed egoista decisa a toccare con mano tutta quella bellezza che le stava sotto. L’ impeto fu forte e durò giorni, fin quando la pioggia esausta decise di tornare a far parte del cielo.

Tornandovi si voltò e prese paura, la bellezza che tanto aveva ammirato, amato e toccato con mano  era sparita, quella città che aveva un fiore sullo stemma era adesso sepolta dal fango portato nelle sue vie dal fiume che la lambiva e i fiori nelle sue strade non c’erano più. Inorridita la pioggia rendendosi conto di cosa aveva fatto, salì più in alto nel cielo fino ad arrivare nel regno degli angeli.

Con loro parlò e gli pregò che facessero qualcosa, per salvare quel patrimonio mondiale, pieno di bellezza che tanto l’ aveva colpita. Fu così che gli angeli l’ ascoltarono e si gettarono nel fango, rendendo all’ umanità il suo infinito tesoro di bellezza. Senza saperlo tutti coloro che in quei giorni divennero angeli, gli angeli del fango, lasciarono impresso nella storia il più bel gesto di solidarietà che tanto ha insegnato al mondo.

Ancora oggi ogni azione di solidarietà che venga compiuta si rifà a quel gesto, riassunto in una mano nuda che toglie il fango dalla copertina di un libro qualsiasi.

Nicola Biagi 

 

A 50 anni dall'alluvione, l'Arno è ancora una bomba innescata
Ancora pericolo alluvione nel capoluogo toscano

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12643/a-50-anni-dallalluvione-larno-e-ancora-una-bomba-innescata-

Ansa 4 novembre 1966 ore 21,42: "Firenze è un immenso lago immerso nelle tenebre..."

Come i giornalisti di Ansa raccontarono quel fatidico giorno
In che modo la principale agenzia di notizie informò il mondo della tragedia che Firenze stava vivendo

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12647/ansa-4--novembre-1966--ore-2142--firenze-e-un-immenso-lago-immerso-nelle-tenebre

Perche 50 anni fa la catastrofe colpì Firenze        di Deborah Galasso 
Il quadro che dipinse l'alluvione il 4 novembre 1966

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12648/perche-50-anni-fa-la-catastrofe-colpi-firenze

Grazie ancora agli "Angeli del fango" che risollevarono la città   di Danilo Di Laudo
A causa dell'alluvione vi fu la prima grande mobilitazione giovanile spontanea, un grande gesto di solidarietà

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12649/grazie-ancora-agli--angeli-del-fango--che-risollevarono--la-citta

Venerdì 4 novembre 2016 : come la città ricorda l'alluvione
Presente anche il Presidente della Repubblica ad alcuni tra i tanti eventi per celebrare i 50 anni dell’alluvione

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12650/venerdi-4-novembre-2016---come-la-citta-ricorda-lalluvione

Nomi e cognomi delle vittime dell’alluvione di Firenze e provincia
L’elenco ufficiale, in base al documento inviato a dicembre 1966 dal Prefetto di Firenze al Ministro degli Interni

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12652/nomi-e-cognomi-delle-vittime-dellalluvione-di-firenze-e-provincia-

Tra i famosi che furono angeli del fango anche Antonello Venditti e Francesco De Gregori
I due cantautori furono tra i giovanissimi angeli del fango che ripulirono Firenze

http://www.notizienazionali.net/notizie/costume-e-societa/12653/tra-i-famosi-che-furono-angeli-del-fango-anche-antonello-venditti-e-francesco-de-gregori-

‘Alfabeti sommersi’ in ricordo dell’alluvione di Elisabetta Failla 
Le opere di Emilio Isgrò e Anselm Kiefer nella sale d'Arme di Palazzo Vecchio fino al 13 novembre

http://www.notizienazionali.net/notizie/arte-e-cultura/12658/alfabeti-sommersi-in-ricordo-dellalluvione-

Nell’Archivio Locchi 490 scatti di quel drammatico 4 novembre di Luciano Mazziotta
Uno storico studio fotografico fiorentino ha reso visibile al pubblico tutti gli scatti di quel giorno

http://www.notizienazionali.net/notizie/arte-e-cultura/12657/nellarchivio-locchi-490-scatti-di-quel-drammatico-4-novembre-

La notte più lunga dei radioamatori fiorentini di Alessio Arcaleni
Carlo Luigi Ciapetti, giornalista e radioamatore con la sigla I1CLC, collegò Firenze con il resto del mondo

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12654/la-notte-piu-lunga-dei-radioamatori-fiorentini--

Chi era la trentacinquesima vittima dell'alluvione di Firenze
Se ne sono sempre contate 34 di vittime ma ne mancava una alla conta

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12655/chi-era-la-trentacinquesima-vittima-dellalluvione-di-firenze

I ricordi di chi era là
Le testimonianze di due fiorentini che hanno vissuto in prima persona l'alluvione

http://www.notizienazionali.net/notizie/attualita/12659/i-ricordi-di-chi-era-la-

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password