Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’agente che ha aggredito l’inviato di Striscia chiede scusa

Elio Iannuzzi, vicequestore aggiunto della questura di Avellino chiede scusa a Luca Abete

Condividi su:

Elio Iannuzzi ammette di aver sbagliato e chiede pubblicamente scusa a Luca Abete  inviato di “Striscia la Notizia” per aver usato modi molto bruschi mentre quest’ultimo cercava di consegnare  una pigna al ministro dell’istruzione Stefania Giannini e quel che peggio per l’offesa rivolta al al conduttore televisivo ("Sei un mongoloide").

A seguito di questo fatto si è aperta un'inchiesta della Procura, con gli atti inviati dalla  Questura, ed una chiaro biasimo  del Dipartimento della Pubblica sicurezza guidato da Franco Gabrielli.

Iannuzzi, vicequestore aggiunto, 45 anni, capo delle Volanti della questura di Avellino, intervistato dal Mattino,, ribadisce: "Mi assumo le mie responsabilità consapevole delle sanzioni che seguiranno a quanto accaduto. Non desidero che le mie scuse possano essere interpretate come un tentativo di giustificazione, in questo momento sento il bisogno di esprimere il mio dispiacere a Luca Abete, per le parole che, in un momento di particolare concitazione, ho pronunciato",

Condividi su:

Seguici su Facebook