Quote rosa nella diocesi di Pistoia

Un consiglio di tutte donne scelte per lavorare e consigliare il vescovo pistoiese

pubblicato il 25/09/2016 in Attualità da Nicola Biagi
Condividi su:
Nicola Biagi

Arriva il nuovo regolamento del Vaticano approvato dalla consulta medica dello stato ecclesiastico, per le cause di beatificazione, al fine di scongiurare millantatori e coloro che si vantano di praticare facili mifracoli.

Nel ricordo del massacro dei Catari avvenuto nel 1244 nel castello di Montségur  in Francia dove in più di 200 persero la vita arsi vivi accusati di eresia, arrivano oggi dopo quasi 800 anni le scuse e la richiesta di perdono da parte del vescovo di Pamiers.

Altra notizia che sa di nuovo nella sfera vaticana è la costituzione di una consulta femminile composta da sole donne nella diocesi di Pistoia che dovrà dialogare direttamente col vescovo sull’ immediate necessità della comunità cristiana pistoiese. Le donne scelte a comporre il laico consiglio “rosa”  saranno direttamente le consigliere del cardinale e dovranno aggiornarlo e consigliarlo sulle scelte e il futuro andamento della diocesi della provincia toscana.

Il consiglio è stato voluto fortemente dal vescovo Fausto Tardelli, in funzione delle numerose esortazioni di Papa Francesco volte a far prendere parte in maniera attiva e consistente, ancor di più di quanto accade oggi, la vita della chiesa da parte delle donne

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password