Operazione antipedofilia nel bresciano indagati un prete e un poliziotto

Fermate 11 persone per pedofilia e prostituzione minorile continuata

pubblicato il 11/02/2016 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

L’indagine, avviata nel mese di agosto 2015 dai carabinieri di Brescia in provincia di Brescia, Bergamo, Milano, Monza e Brianza, Parma e Pavia lha portato in questi giorni all’arresto  di undici  soggetti indagati per pedofilia e prostituzione minorile continuata.  Tra  questi  , personaggi insospettabili che per il loro ruolo dovrebbero  garantire moralità e sicurezza, nell’ordine: un prete,  un agente di polizia locale, un allenatore di una squadra di calcio giovanile.

L’indagine ha identificato quattro minorenni di sesso maschile dai 16 ed i 17 anni, i quali, venivano a contatto con uomini ,consapevoli della minore età dei giovani , tramite i  social network  e siti di incontri online. I ragazzi venivano pagati per le loro prestazioni  con denaro, oppure con regali di vario tipo.

I rapporti sessuali a pagamento si svolgevano  in auto parcheggiate  nelle piazzole di alcuni centri commerciali  o nelle abitazioni dei fermati. 
L’operazione sarà illustrata nei dettagli questa mattina alle ore 11.00 presso la sala stampa del Comando Provinciale Carabinieri di Brescia.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password