Abruzzo, esalazioni mortali a bordo di una nave russa

Un morto e due feriti gravi tra l'equipaggio

pubblicato il 07/02/2016 in Attualità da Redazione
Condividi su:
Redazione

Sono state le esalazioni rilasciate durante le operazioni di pulizia a causare l'incidente mortale a bordo di una nave russa al largo di Punta Penna, nel mar Adriatico a causare la morte di un giovane marinaio e il ferimento di altri due.

Nuclei speciali dei Vigili del Fuoco, giunti da L'Aquila (della sezione 'Nbcr', Nucleare-Biologico-Chimico-Radiologico), al lavoro venerdì sera ed anche ieri mattina, assieme ai colleghi del Distaccamento di Vasto, per i controlli e gli approfondimenti del caso a bordo della nave battente bandiera russa sulla quale consumatasi la tragedia delle esalazioni, fatali per un giovane marittimo russo di 24 anni, morto nel grave episodio e che hanno provocato serie intossicazioni per altri due colleghi.

Il dramma venerdì mattina, al largo del porto di Punta Penna da dove il mercantile Araz River era ripartito intorno alle 8, diretto ad Instanbul, dopo aver scaricato un ingente quantitativo di olio di colza nel bacino vastese per un'azienda della zona.

I tre marittimi, in base alle ricostruzioni della Guardia Costiera del locale Ufficio Circondariale Marittimo...Continua a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password