Meningite C in Toscana: garantite tutte le dosi di vaccino necessarie

L'assessore al diritto alla salute Saccardi tranquillizza e fa il punto della situazione sugli ultimi casi nella regione

pubblicato il 04/02/2016 in Attualità da Redazione
Condividi su:
Redazione

Nessun allarmismo ingiustificato sui casi di Meningite C in Toscana - già dieci nel 2016 e ben 38 nello scorso anno - dove secondo un'interrogazione in Regione, a fronte della forte richiesta di vaccinazioni alcuni medici di famiglia avrebbero rifiutato alcune dosi di farmaco perchè in scadenza. I vaccini contro il meningococco C saranno disponibili per tutti i cittadini che ne faranno richiesta. Siamo in costante contatto con l'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, per reperire quante più dosi di vaccino possibile. Al momento le dosi distribuite alle Asl sono sufficienti, e continueranno ad esserlo anche nei prossimi mesi.Così si è espressa l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, che dopo i due nuovi casi verificatisi nelle ultime ore a Firenze e Prato fa il punto sulla situazione vaccini.

Lo sforzo della Regione - sottolinea l'assessore - è stato ammirevole, perché nel 2015 sono state reperite e distribuite circa 400.000 dosi di vaccino, corrispondenti a un fabbisogno che in condizioni ordinarie sarebbe stato di 10 anni. E circa 50.000 dosi solo nel gennaio 2016. Per far fronte alla situazione attuale, la Regione ha battuto tutte le strade, tanto che in stretta collaborazione con l'Agenzia italiana del farmaco ha importato anche confezioni estere di vaccino, con un grosso impegno finanziario.

L'assessore ha annunciato di essersi rivolta anche al ministro Lorenzin, per avere un aiuto finanziario per far fronte a questa situazione straordinaria: Ministero e Aifa ci hanno garantito la più ampia collaborazione - riferisce - E ho avuto dal ministro l'assicurazione che arriverà presto anche un aiuto finanziario. Sulla campagna straordinaria di vaccinazione la Regione ha già investito 10 milioni di risorse proprie.

Quanto all'interrogazione annunciata dal coordinatore regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, secondo il quale alcuni medici di famiglia avrebbero rimandato indietro dei vaccini, perché in scadenza...Continua a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password