Il nuovo libro di Riccardo Arena: "Anche oggi non mi ha sparato nessuno"

Presentato a Palermo, il 15 aprile ore 18 Real Fonderia Oretea alla Cala

pubblicato il 13/04/2015 in Arte e Cultura da Concita Occhipinti
Condividi su:
Concita Occhipinti

Un romanzo, quello di Riccardo Arena, che con equilibri emozionali ci indurrà alla riflessione.

Basti pensare che riesce a "sventrare" argomenti contemporanei quali la politica, la mafia, fino a giungere all'attuale Isis ma pur rimanendo nei "tipi" dell'ironica autocritica.

Il brillante autore torna dunque nelle librerie italiane con un giallo dove sarebbe opportuno, avvalendoci del "nonsense" per utilizzare una chiave, appunto, ironica, indossare tecniche di respirazione "virali", quasi un passaggio di mano che organizzi una vera e propria disponibilità alla lettura e che possieda, quale filo conduttore, una domanda: Sogno o realtà?

C.O.

Presentazione avvenuta Giovedi  15 aprile alle ore 18 presso la Real fonderia Oretea alla Cala, Piazza Fonderia alla Cala, Palermo

Sinossi

In un mondo che vive secondo il ritmo della notizia battuta dalle agenzie, dello scoop inseguito a ogni costo, delle dichiarazioni ufficiali e dei titoli di giornale, un ufficiale dei Carabinieri abbandona il suo ritiro da Cincinnato per tornare in prima linea e seguire le indagini sull’evasione di Cataldo Orchi, il capo della mafia - una mafia svenduta e pubblicizzata come inesistente - al quale è legato da antichi precedenti. Comincia così una caccia all’uomo sorprendente e incalzante, che porterà al disvelamento di una fitta rete di legami e complotti. Nel suo secondo romanzo Riccardo Arena si destreggia, con l’esperienza di cronista che gli è propria, all’interno di un racconto complesso, dove la voce del narratore si sdoppia e si fonde con le mille voci dell’informazione ufficiale e non, creando un tessuto narrativo avvincente, paradossale e insieme così reale come solo il paradosso può essere.

L’AUTORE Riccardo Arena

–Riccardo Arena è nato a Palermo nel 1962, è cronista di giudiziaria al Giornale di Sicilia e collabora con La Stampa, Panorama, Il Foglio e l’agenzia AGI. Per il momento è pure presidente dell’Ordine dei giornalisti siciliani.

Ha scritto Sanità alla sbarra per le edizioni Arbor (1994) e il romanzo Quello che veramente ami per Dario Flaccovio (2008); ha corso otto maratone e una serie interminabile di maratonine. E non vorrebbe mai smettere.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password