Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gérard Mercator, l’uomo che 500 anni fa inventò il GPS

Google gli ha dedicato la sua pagina e ne ha tutte le ragioni

Condividi su:

Molti non sanno chi è Gérard Mercator, solo in Belgio ne conoscono il ritratto e il nome. Il suo volto era sulla banconota da 1000 franchi belgi prima dell'entrata in vigore dell'euro , molte strade portano il suo nome , una statua che lo rappresenta è a Bruxelles . Ma per tutti è bene sapere chi era Gérard Mercator e che ci accompagna quotidianamente. Nato in Belgio ad Anversa il 5 marzo del 1512, Mercator ha permesso la rappresentazione del mondo tale e quale come noi lo vediamo . La proiezione del Globo terrestre di questo matematico, astronomo e geografo viene usata ancora oggi per Google Maps, Bing Maps, OpenStreetMap sia per i mappamondi scolatici. Nel 1530 Mercator entra all’università di Louvain per condurre studi di filosofia e cosmografia . Si appassione alla teoria copernicana e nel 1537, crea una carta della Terra Santa che include 400 nomi e indica l’itinerario degli israeliti durante la loro traversata del deserto.

L’esattezza e la minuziosità del suo lavoro gli vale l’ammirazione dei contemporanei a tal punto, che l’anno seguente pubblica la sua prima carta del mondo dove si ritrova una certa terra lontana chiamata « America » E’ l’era delle esplorazioni e della scoperta di nuove terre, e i riferimenti forniti ai navigatori sono spesso contraddittori. Mercator riuscì nel 1541, su richiesta di Carlo V, a realizzare un globo terrestre più preciso di tutti quelli esistenti all’epoca. Ma il sedicesimo secolo è il tempo della controriforma, la Chiesa è piena di dubbi e molte voci si levano contro di essa. Fedele alla dottrina di Lutero , Mercator viene arrestato nel 1544 per aver scritto lettere considerate sospette . La pubblicazione della sua mappa della Terra Santa , diventa sovversiva perché potrebbe incoraggiare le persone a leggere la Bibbia .

Accusato di eresia viene imprigionato per nove mesi e viene liberato solo grazie ai suoi potenti protettori. Grazie alla stampa , l'Europa è diventata il centro di informazione e diffusione di mappe nel XVI secolo . Mercator ha pubblicato le prime pagine della sua opera nel 1585 , prima di quella completa nel 1589 , che ha denominato "Atlante " e sarà il primo a dare questo nome ad una mappatura . Un anno dopo la sua la sua morte, nel 1595 il figlio completa la pubblicazione

Condividi su:

Seguici su Facebook