Paola Zannoner, “la J.K Rowling italiana”

Nuova opera in uscita per la scrittrice e critica letteraria

pubblicato il 20/10/2014 in Arte e Cultura da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Con la creatrice della saga di “Harry Potter” condivide non solo l'estro e la fantasia ma anche la somiglianza fisica, tanto che l'appellativo di “J.K Rowling italiana” non suona affatto distante. Paola Zannoner, già conosciuta autrice di libri per ragazzi, ha da poco pubblicato una nuova opera: “Zorro nella neve”, edito dalla casa “Il castoro”, incentrato sulle unità cinofile del Soccorso Alpino, con le quali la scrittrice ha passato molto tempo ed è  stimolata dall'esperienza vissuta insieme a loro: “ho vissuto del tempo con questi meravigliosi cani e mi ci sono innamorata” - racconta la Zannoner, che così ha fatto nascere il suo ultimo lavoro, sempre dedicato al pubblico dei giovanissimi  lettori.

Scrittrice e critica letteraria Paola Zannoner vanta una consistente produzione narrativa composta da saggi, romanzi e racconti dedicati ai ragazzi, non disdegnando anche opere per il pubblico adulto, che sono stati pubblicati dalle maggiori case editrici come Mondadori, De Agostini, Fanucci e tradotte in diversi paesi del mondo. Una carriera di tutto rispetto,  che ha portato la Zannoner a creare dodici anni fa un laboratorio di scrittura nella sua città, dal quale è nato il “Collettivo Autori Scrittori di Massa Marittima”, nella provincia di Grosseto.


“Si deve mirare al lettore per dagli il libro giusto” - questo uno dei pensieri della scrittrice, che è fiduciosa per il futuro, a suo parere incentrato sulle nuove tecnologie, che rappresentano “una sfida per gli autori, una sperimentazione per tenersi al passo con i tempi e migliorarsi, per guardare oltre”.  A tale proposito la scrittrice spende anche un pensiero rivolto al “self publishing”, l'auto-pubblicazione di libri indipendente da parte degli scrittori: la Zannoner si dice favorevole per un suo utilizzo “ludico”, dove l'autore o futuro tale pubblichi a sue spese un libro per un regalo o un'iniziativa benefica ma il suo “no” è netto per gli altri utilizzi di  pubblicazione: “si bypassa un giudizio, quello dell'editore, un moto d'orgoglio che può essere solamente dannoso e che può portare ad una mancanza di miglioramento e assenza di un percorso letterario” - afferma la scrittrice.

Riflessioni mirate e pulite per Paola Zannoner, che troviamo anche nella sua ultima opera “Zorro nella neve”, alla quale auguriamo il successo dei suoi precedenti lavori. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password