Petali d'oro in mostra a Chianciano Terme

L'arte bizantina rivive in Toscana

pubblicato il 01/09/2014 in Arte e Cultura da M. F
Condividi su:
M. F

Il Museo Archologico Etrusco di Chianciano Terme, sede "distaccata" e piccolo gioiello della Fondazione Musei Senesi, fino al 28 settembre manterrà aperta la mostra intitolata "Petala aurea" dedicata all'esposizione di una ricca colllezione di lamine d'oro (di qui il nome della mostra) d'origine bizantina e longobarda, incise della collezione Rovati, quella che si va ad affiancare ad un ristretto gruppo di ornamenti in bronzo armi in ferro e oggetti di varia natura risalenti all'epoa tardo-medioevale testimoni della "diffusione nell'alto medioevo della popolazione in quel territorio, cosa in gran parte ancora da studiare'', come sottolinea Giulio Paolucci, direttore del museo di Chianciano. 

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 28 settembre, presso il Museo Archeologio di Chianciano Terme.

FONTE:ANSA

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password