Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Alla Shakespeare di Macerata al via il teatro con Marco Di Stefano

13 e 14 Ottobre start 20.30

redazione
Condividi su:

Torna a Macerata la possibilità di fare teatro con Marco Di Stefano, l’artista conosciuto e apprezzato sia in Italia che all’estero, già interprete di oltre 70 film come testimonia il sito americano “IMDbPro”.

Di Stefano lavora da anni dividendosi tra cinema e teatro ed è in uscita il suo ultimo film a fianco di Gerard Depardieu;

è docente all’Europea Film College in Danimarca, spesso è ospite in molte università dove porta la sua esperienza e il suo personale approccio al lavoro dell’attore calato nella società contemporanea, è fondatore del teatro della Comunità (www.teatrodellacomunita.com) e del Festival Internazionale di teatro e cinema di Amandola, ora è anche Direttore Artistico del Festival “Così vicino Cosi lontano Macerazione” giunto questo anno alla 14^ edizione consecutiva, questo grazie alla passione e all’entusiasmo dell’Associazione Anmic di Macerata e, specificatamente, di Anna Menghi. Marco Di Stefano nei prossimi giorni proporrà una serie di incontri basati sul suo approccio al lavoro dell’attore, fatto di creatività, di fantasia, di consapevolezza del proprio corpo e della propria energia, della voce come gesto da lanciare nello spazio, spiegando il ruolo dell’attore nella società contemporanea. Il suo linguaggio e il suo metodo così diretti e coinvolgenti riescono sempre ad amalgamare gruppi di lavoro carichi di determinazione, di energia e di autostima: atteggiamenti sempre utili nella vita anche per chi non intenda fare del teatro la sua professione. Una esperienza quindi necessaria per comunicare sempre meglio in questa società in continua e rapida trasformazione.

I primi incontri si svolgeranno il 13 e 14, ore 20.30 , presso la sala Shakespeare dell’Università di Macerata, sita in via Morbiducci, di fronte ai giardini Diaz e gli incontri successivi si decideranno insieme con i partecipanti. Il lavoro svolto da Marco Di Stefano, con la collaborazione della danzatrice e coreografa russa Tanya Khabarova, avrà uno sbocco finale da costruire sui volti e sulle personalità degli allievi con uno spettacolo teatrale o un film corto.

Condividi su:

Seguici su Facebook