Benedetto Croce: una dialettica tra scontri e incontri

Un quadro introspettivo a 150 anni dalla nascita del filosofo e letterato

pubblicato il 18/05/2016 in Arte e Cultura da Redazione
Condividi su:
Redazione

Benedetto Croce a 150 anni dalla nascita. La dialettica su Croce, nel corso di questo anniversario, si apre anche, nella critica attuale, a dure polemiche.

Vediamo un po’. Perché Benedetto Croce (1866 - 1952) rifiutò in modo categorico i percorsi che la letteratura del Novecento (quella a lui contemporanea per capirci meglio) tracciava nel corso di una ricerca che intrecciava autori, movimenti e modelli artistici ed esistenziali? Croce non allontanò le sue riflessioni (ovvero non prese le distanze in termini di valutazione critica, anzi diede dei giudizi abbastanza pesanti e quindi ne parlò con riferimenti chiaramente dovuti ad una analisi costruita attraverso parametri critici) dai poeti e scrittori dannunziani e post dannunziani.

Intraprese una vera e propria battaglia di condanna nei confronti di tutto ciò che era contemporaneo. In uno scritto del 1945 giustificò, in parte, il suo atteggiamento sostenendo: "A me (mi si voglia perdonare questo accenno personale), quantunque della letteratura ora contemporanea dei giovani non mi sia potuto tenere così pienamente informato...Continua a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password