Melilla, quinta sede ISIA a Pescara: il centro di eccellenza formativa nell'industria artistica

Il deputato di SI interviene sul nuovo plesso universitario in Abruzzo

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 30/12/2015 in Arte e Cultura da Doriana Roio
Condividi su:
Doriana Roio

Sono particolarmente lieto di comunicare che il Parlamento ha approvato la mia proposta di istituire a Pescara una sede dell'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, mediante la trasformazione dell'attuale sede decentrata di Roma. L'ISIA è presente con 4 sedi a Roma, Urbino, Firenze e Faenza: quella di Pescara sarà la quinta del prestigioso Istituto Superiore Pubblico del Ministero della Scuola Università e Ricerca della Repubblica Italiana, inserito nel comparto statale AFAM ( Alta Formazione Artistica e Musicale) unitamente alle Accademie e ai Conservatori, e fondato nel 1973 dal professor Giulio Carlo Argan, insigne storico dell'arte e Sindaco di Roma. 

Per accedere all'ISIA, come per tutte le facoltà universitarie italiane, è necessario un diploma quinquennale e occorre superare una prova selettiva. Al termine del percorso di studio ( 3+2 ), si conseguono i titoli accademici equipollenti alle Lauree, di primo livello ( in Design industriale) e di secondo livello ( in Design dei Sistemi).

L'ISIA di Roma ha da alcuni anni una sede decentrata a Pescara con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo, attualmente presieduto dal professor Nicola Mattoscio e naturalmente alle sue cortesi sollecitazioni si deve la mia scelta di presentare una proposta di legge per l'istituzione dell'ISIA nella nostra città come quinta sede autonoma italiana.

Sono particolarmente felice di aver promosso la nascita di questa Istituzione Pubblica di Alta Formazione a Pescara, tramite una proposta di legge presentata l'anno scorso e ora sostanzialmente assorbita nella legge di Bilancio 2016: garantirà lo sviluppo coordinato della formazione, ricerca e innovazione nel settore strategico del design del prodotto industriale e dei servizi in cui esiste una significativa e moderna domanda occupazionale.

I giovani hanno bisogno di grande attenzione per la loro formazione da cui può dipendere un lavoro qualificato e una vita serena. Pescara anche con questa proposta qualifica la sua vocazione di città dell'innovazione per l'Italia Adriatica. Voglio infine positivamente rilevare su questa proposta la larga convergenza del Parlamento e in particolare per la maggioranza del collega relatore Paolo Tancredi.

 

Gianni Melilla, deputato Sinistra Italiana - Ufficio di Presidenza Camera

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password