Nasce 'Pomorete', la prima filiera interregionale del pomodoro

Il progetto coinvolge i settori agricoli di Lombardia ed Emilia Romagna

pubblicato il 04/12/2013 in Ambiente ed Agricoltura da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Presentata questa mattina 'Pomorete', la prima filiera del pomodoro di carattere interregionale. 'Pomorete' coinvolge Lombardia ed Emilia Romagna e certifica l'intera catena, partendo dall'analisi del terreno fino alla distribuzione del prodotto.

"Il progetto di filiera - ha detto Gianni Fava, assessore all'Agricoltura della Lombardia - è una iniziativa positiva, che parte dall'industria e che intercetta e sviluppa reti complete sulla filiera del pomodoro. Ritengo che sia un modo non soltanto di certificare il prodotto in termini di provenienza, ma anche di cercare dinamiche in grado di restituire redditività alla filiera e valore ad un prodotto che è uno dei simboli del made in Italy".

L'assessore Fava ha poi parlato dei rapporti tra 'Pomorete' e l'Expo di Milano: "E' positiva anche la prospettiva che Pomorete individua in Expo 2015, perché il tema principale, che sarà appunto 'Nutrire il pianeta' ha sfaccettature più ampie e permetterà al made in Italy, quindi compreso il pomodoro da industria del Nord, di individuare strategie anti-contraffazione. Servono regole certe, perché un mercato se non ha alcuna regolamentazione non è libero".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password