MotoGp: il Mugello diventa Lorenzo’s Land

Stoica resistenza di Andrea Iannone, ottimo secondo, e Valentino Rossi

pubblicato il 01/06/2015 in Sport da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

Circuito del Mugello (Scarperia FI) – Secondo un detto che gira ormai tra gli appassionati al Mugello non si dorme. Niente di più vero se si pensa a quello che i piloti delle varie categorie mettono in scena ogni volta che scendono in pista.
Nel sesto round della classe regina Jorge Lorenzo ha espugnato il circuito italiano a dispetto dei piloti di casa che, nei casi migliori, si sono dovuti accontentare solo dei gradini più bassi del podio. Come detto il majorchino ha conquistato la vittoria in modo perentorio dominando letteralmente per tutto l’arco della gara (martellando giri veloci e imponendo un ritmo impossibile ma seguire), raggiungendo così la quarta vittoria sul circuito adagiato sulle colline toscane.

Il #99 non è stato l’unico  a ottenere una grandissima soddisfazione, al contrario ottimo il secondo posto di Andrea Iannone che, nonostante l’infortunio alla spalla, era scattato in pole battagliando con i migliori e regalando al pubblico un vero e proprio spettacolo.
Proprio nel bel mezzo di questa bagarre un protagonista illustre ha abbandonato la gara tradito dall’aderenza della sua Honda Rcv, stiamo parlando di Marc Marquez che è stato vittima di una lunga scivolata in corrispondenza della curva Poggio Secco, che lo ha costretto ad abbandonare la gara. Una sorte simile è toccata anche ad Andrea Dovizioso in sella all’altra Ducati ufficiale, costretto al ritiro per un problema tecnico (addirittura la squadra ha poi fatto sapere che si è trattato di un problema alla corona).

Di queste disavventure ha invece approfittato il dottore. Valentino Rossi, dopo un avvio difficoltoso, è riuscito a trovare un buon passo risalendo lentamente la classifica fino a lambire gli scarichi del pilota di Vasto.
Tuttavia il terzo gradino del podio ha ben soddisfatto il pilota di Tavullia che era scattato solo dall’ottava posizione cercando a tutti i costi di recuperare. Alla stessa stregua si può definire il quarto posto di Dani Pedrosa, anch’egli reo da diversi infortuni che lo avevano quasi spinto al ritiro. Alle spalle del piccolo spagnolo è transitato sulla linea del traguardo Bradley Smith precedendo Pol Espargaro. Hanno poi chiuso la top ten Maverick Vinales, Michele Pirro, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez. Prima soddisfazione, infine, anche per Loris Baz. Il francese proveniente dalla categoria Superbike ha conquistato il primo posto della speciale classifica open.

In classifica generale continua intanto la leadership di Valentino Rossi (118 pnt), Jorge Lorenzo ha guadagnato intanto notevolmennte (112 pnt) mentre perdono un po' di terreno i ducatisti Andrea Dovizioso (83 pnt) e Andrea Iannone (81 pnt).

Nei link seguenti trovate la classifica generale e l’ordine di arrivo a fine gara.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password