La Formula1 riparte dal Gran Premio del Belgio

Configurazione e albo d'oro del Circuito di Spa

pubblicato il 23/08/2014 in Sport da Elena Caracciolo
Condividi su:
Elena Caracciolo

Dopo la pausa estiva, torna velocissimo e composito il Gran Premio del Belgio, che si svolge, ogni anno, sul Circuito di Spa-Francorchamps, situato nell’omonima città.
Il Circuito nacque nel 1924, quando si disputò la prima edizione della 24 Ore di Spa.
Il tracciato era inizialmente lungo 14,9 km, fu poi accorciato nel 1946 (a 14,1 km) e oggi è lungo 7,004 km, come da modifiche apportate nel 1976.
Il Circuito è difficoltoso, spietatamente sorprendente e assolutamente venerabile per gli amanti dei motori: le sue 20 curve si inchinano tutte all’ Eau Rouge (definita una “curva per i coraggiosi), che si percorre con l’acceleratore al massimo e che è la più pericolosa del mondiale, poichè non è costituita da curve poste sulla stesso livello, ma, anzi, forma uno scenografico dosso.
Sul Circuito di Spa, l’albo d’oro è interamente appannaggio di Michael Schumacher, che conta ben sei vittorie.
Segue Senna, con cinque successi e seguono Raikkonen e Clark con quattro vittorie a testa.
Tre gran premi vinti da Fangio e Hill e due scalini più alti del podio per Lauda, Prost, Ascari e Vettel.
Quest’anno si contendono il podio le Mercedes (meno prestazionali nell’ultimo gran premio, ma velocissime e dominatrici dell’intera stagione), le RedBull e le Ferrari che sembrano essere risorte e che sembrano promettere guerra a suon di sorpassi.
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password