Come cambierebbe la classifica se la Salernitana venisse esclusa dalla Serie A?

Gravina: "Se entro il 31 dicembre non ci sarà il passaggio di proprietà la Salernitana sarà fuori dal campionato"

pubblicato il 27/12/2021 in Sport da Riccardo Camplone
Condividi su:
Riccardo Camplone

Mancano 4 giorni al 31 dicembre, data utile per la cessione della Salernitana. In caso di mancato passaggio della proprietà, attualmente del presidente della Lazio Claudio Lotito, i campani rischierebbero l'esclusione dal campionato di Serie A.

Nei giorni scorsi il Presidente della FIGC (Federazione Giuoco Calcio) Gabriele Gravina ha dichiarato che non ci sarà nessuna proroga: "Oggi è l'ultimo Consiglio Federale dell'anno. Ho detto ai miei consiglieri che se dovesse esserci un cambiamento oggettivo con elementi oggettivi nuovi che non sono alla ricerca della proroga, perché non sarà contemplata. O il 31 dicembre arriva una comunicazione ufficiale da parte dei trust che hanno definito ed accettato una vendita correlativa con relativa garanzia con il preliminare prendendo i 45 giorni utili per arrivare alla stipula definitiva altrimenti dal primo gennaio la Salernitana sarà fuori.  

Azzerando i punti il campionato non sarebbe falsato, perché c'è una norma che abbiamo adottato in questa gestione mentre, come voi sapete, i punti nel girone di ritorno si conservavano mentre tutti gli altri venivano azzerati. Oggi invece la norma è cambiata, si azzera tutto ed il campionato non è falsato sotto il profilo della competizione sportiva. Le nostre norme sono statutari e chiare. Diversi anni fa ci fu una deroga ed acconsentì, anche su richiesta del diretto interessato ed oggi titolare della Salernitana di prevedere esplicitamente una norma che in caso di promozione in Serie A non poteva essere iscritta al campionato. Oggi la responsabilità del Consiglio federale che doveva escluderla prima per quanto mi rigarda sembrava un atto di cattiveria inaudita, forse non dare 10 giorni, perché di questo stiamo parlando, ma altri 20 giorni per consentire alla città di Salerno di conservare la categoria. Abbiamo dato più giorni perché lo strumento condiviso ci è sembrato condiviso, d'indipendenza in termine di gestione e non entro nel merito delle tecnicaliti, però oggi esiste una presa di posizione politica che non è il caso Salernitana ma ormai abbiamo sancito: le multiproprietà non sono più consentite.

La città paga e di questo mi dispiace tantissimi. C'erano tutte le condizioni e ci sono tutt'ora per poter risolvere il problema Salernitana. E' una scleta che non dipende più da noi ma dagli esponenti ed è chiaro che su questo tema ho visto la preoccupazione a livello politico. Io devo rendere merito al Presidente De Luca, che si è preoccupato venendo più volte nella sede della Federazione Giuoco Calcio ed è stato l'unico interlocutore con il quale noi abbiamo avuto uno scmabio continuo e costante di informazioni tifando per una soluzione. Nell'ambito di valutazione personale non entro, tutti sapete i numero ai quali si fanno riferimento a questa vicenda. non entro nel merito ma credo che qualcosa vada rivisto come domanda ed offerta." 

COME CAMBIEREBBE LA CLASSIFICA SE LA SALERNITANA VENISSE ESCLUSA DALLA SERIE A?

Come annunciato dal Presidente Gravina i punti conquistati non solo dalla Salernitana ma anche dalle altre squadre che hanno affrontato i granata (ad eccezione dell'Udinese a causa del focolaio Covid all'interno del club campano) verrebbero azzerati. Di fatti cambierebbe anche la classifica della Serie A, specialmente nella zona bassa della classifica, dove il Cagliari, attualmente punultimo a 10 punti, chiuderebbe all'ultimo posto a quota 9 punti, spingendo il Genoa al penultimo posto (11 punti) e lo Spezia (13 punti), permettendo al Venezia di avere un vantaggio dalla terzultimo posto di ben 5 punti. L'Inter, attuale capolista e campione d'inverno, resterebbe in cima alla classifica (43 punti senza i 3 ottenuti a Salerno), al secondo posto c'è il Milan con 39 mentre il Napoli a 36, a -7 dal primo posto e -3 dal secondo. A seguire c'è l'Atalanta a 35 mentre la Juventus di Allegri a quota 31, a -4 dal quarto posto occupato dagli orobici di Gasperini mentre Roma e Fiorentina si piazzerebbero a 29 punti. 

PARTITE DISPUTATE DALLA SALERNITANA

BOLOGNA-SALERNITANA 3-2; 

SALERNITANA-ROMA 0-4;

TORINO-SALERNITANA 4-0;

SALERNITANA-ATALANTA 0-1;

SALERNITANA-VERONA 2-2;

SASSUOLO-SALERNITANA 1-0;

SALERNIATANA-GENOA 1-0;

SPEZIA-SALERNITANA 2-1;

VENEZIA-SALERNITANA 1-2;

SALERNITANA-NAPOLI 0-1;

LAZIO-SALERNITANA 3-0;

SALERNITANA-SAMPDORIA 0-2;

CAGLIARI-SALERNITANA 1-1;

SALERNITANA-JUVENTUS 0-2;

MILAN-SALERNITANA 2-0;

FIORENTINA-SALERNITANA 4-0;

SALERNITANA-INTER 0-5;

UDINESE-SALERNITANA NON DISPUTATA

CLASSIFICA SERIE A SENZA LA SALERNITANA  
INTER 43
MILAN 39
NAPOLI 36
ATALANTA 35
JUVENTUS 31
ROMA 29
FIORENTINA 29
LAZIO 28
EMPOLI  24
BOLOGNA 24
TORINO 22
VERONA 23
SASSUOLO 21
UDINESE 20
SAMPDORIA 17
VENEZIA 17
SPEZIA 13
GENOA 11
CAGLIARI 9

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password