MotoGP | GP Qatar 2021, prove libere: Ducati al top, attardato Mir

Jack Miller è il leader di giornata al termine delle prove libere della MotoGP. In Moto2 Lowes il più veloce, grande equilibrio in Moto3

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 26/03/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
Jack Miller, pilota Ducati ufficiale (foto: Jack Miller Twitter)

Le due sessioni di test invernali che si sono svolte al Losail International Circuit avevano evidenziato l’ottimo feeling tra Jack Miller e la nuova Ducati Desmosedici, ma la conferma definitiva è arrivata questa sera sul medesimo tracciato. L’australiano, al debutto con la Ducati ufficiale dopo il positivo triennio in Pramac, ha fatto registrare la miglior prestazione di giornata con il crono di 1:53.387. Un tempo molto vicino al record della pista fatto segnare due anni fa da Marc Marquez.
La guida aggressiva e allo stesso tempo senza sbavature di ‘Jackass’ sono la testimonianza di come il ventiseienne di Townsville si senta già a suo agio con la nuovo moto della Scuderia di Borgo Panigale. La forma smagliante di Miller è evidente, ma altresì vero che la pista qatariota esalta le caratteristiche tecniche della moto italiana. Infatti, in seconda posizione si è classificata l’altra Ducati ufficiale, quella di Francesco Bagnaia.
‘Pecco’, anche lui al debutto nel team ufficiale dopo il biennio di esordio alla Ducati Pramac, si è fermato ad appena 35 millesimi dal tempo del suo compagno di squadra. In terza posizione, alle spalle di ambedue le moto della casa bolognese, c’è Fabio Quartararo. Il transalpino, promosso alla Yamaha ufficiale dopo aver trascorso i primi due anni nella classe regina col Petronas Yamaha SRT, è riuscito a contenere in due decimi il distacco dal leader di giornata.
Appena a nove millesimi di distanza dal pilota classe 1999, troviamo Joann Zarco della Ducati Pramac. Il veterano francese è riuscito ad abbassare di oltre due secondi il tempo fatto registrare nel pomeriggio: 1:55.871 il crono delle prove libere 1, 1:53.586 il tempo delle prove libere 2. La prima delle due Suzuki è quella di Alex Rins, quinto a quasi tre decimi dalla vetta. Lo spagnolo ha preceduto di soli sedici millesimi il suo connazionale della Yamaha ufficiale, Maverick Vinales.
Settimo tempo di giornata per Franco Morbidelli. Il vice campione del mondo in carica è solamente a un decimo dalla terza posizione, a testimonianza del fatto che in ottica qualifica, visti i risultati odierni, tolte le Ducati ufficiali i distacchi sembrerebbero essere sul filo dei centesimi. L’italiano si è issato davanti all’Aprilia di Aleix Espargaro, la sorpresa di giornata, e al suo compagno di squadra Valentino Rossi.
Il nove volte campione del mondo, al debutto nel Petronas Yamaha Sepang Racing Team, si è classificato in nona posizione a due decimi dal campione Moto2 2017. Solamente decima la prima delle Honda HRC, quella di Pol Espargaro. Il costruttore nipponico, orfano di Marc Marquez per tutta la passata stagione e per i primi due appuntamenti di quella attuale, sta riscontrando molte difficoltà dato che anche Stefan Bradl è sprofondato in diciottesima posizione a oltre un secondo dal leader.
Non solo per la scuderia giapponese è stato in salita l’inizio di questo fine settimana, ma anche per Joan Mir. Il campione del mondo in carica della Suzuki ha concluso all’undicesimo posto e continua a cercare il bandolo della matassa sul tracciato di Losail. Dodicesima pizza per Alex Marquez, declassato dalla Honda ufficiale alla Honda LCR, che ha sopravanzato Jorge Martin e il suo compagno di squadra Nakagami rispettivamente di sei e otto centesimi.
Alle spalle del giapponese, troviamo Enea Bastianini. Il debuttante nella classe regina con la Ducati Esponsoroma e campione del mondo Moto2 2020 ha preceduto la KTM di Brad Binder e Luca Marini, anche lui rookie della categoria. Chiudono la classifica Bradl (18°), le KTM di Miguel Oliviera (19°), Danilo Petrucci (20°) e Iker Lecuona (21°) ed in ventiduesima e ultima posizione l’Aprilia di Lorenzo Savadori.
Capitolo Moto2. Le prove libere odierne hanno confermato quanto si era visto al termine dell’ultima giornata delle prove pre-season. Sam Lowes ha ottenuto il miglior crono di giornata in 1:58,959. Il britannico dell’Elf Marc VDS Racing Team ha preceduto di poco più di un decimo Marco Bezzecchi del Sky Racing Team VR46 e di oltre tre decimi il poleman della passata stagione Joe Roberts, terzo. Quarto tempo per Xavi Vierge, quinto Remy Gardner.
Nella classe Moto3, Kaito Toba ha chiuso in vetta alla classifica dei tempi. Il giapponese del team CIP Green Power ha sopravanzato di soli 42 millesimi Jaume Masia e di 68 millesimi Gabriel Rodrigo. Alle spalle dei primi tre troviamo Sergio Garcia e Jason Dupasquier, con distacchi rispettivamente di 96 e 99 millesimi. Con i primi cinque classificati racchiusi in meno di un decimo, la prima qualifica stagionale sarà decisa al millesimo di secondo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password