F1, Charles Leclerc: “mi sento prontissimo, ho lavorato sugli aspetti carenti”

Il monegasco della Ferrari, alla terza stagione consecutiva a Maranello, ha sfruttato la pausa invernale per concentrarsi sul migliorare la gestione degli pneumatici

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 11/03/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
Charles Leclerc, pilota Ferrari (foto: Scuderia Ferrari Twitter)

Charles Leclerc è pronto ad affrontare la terza stagione consecutiva con la Scuderia di Maranello. Il monegasco ha fatto il proprio esordio in Formula 1 al volante dell’Alfa Romeo dopo una brillante carriera nelle serie minori. Il ventitreenne della Ferrari ha vinto il campionato GP3 2016 e l’anno successivo ha dominato il mondiale Formula 2. Risultati che, per l’allora punta di diamante del Ferrari Driver Academy, gli sono valsi prima il debutto con la Scuderia del Biscione nel 2018 e successivamente il passaggio al Cavallino Rampante nel 2019.
La stagione d’esordio con la Scuderia di Maranello è stata di spessore assoluto: sette pole position (record stagionale), dieci podi e due vittorie (Spa e Monza) hanno consentito al pilota classe 1997 di battere la concorrenza interna del tetra campione del mondo Sebastian Vettel. La passata stagione, Leclerc ha messo nuovamente in ombra Vettel ma, a causa della scarsa competitività della SF1000, non è riuscito a replicare i risultati dell’annata precedente.
In ogni caso, nonostante un mezzo tecnico inferiore alla concorrenza, l’ex Alfa Romeo ha mostrato lampi di classe come il secondo posto conquistato nella tappa inaugurale in Austria e la seconda fila archiviata nelle qualifiche in Gran Bretagna, Eifel, Portogallo e Sakhir. A Maranello credono fermamente nelle sue potenzialità, tant’è che prima dell’inizio della stagione 2020 gli è stato prolungato il contratto sino al 2024. E’ l’accordo più lungo tra squadra e pilota attualmente in F1.
Il suo punto debole al momento, oltre alla gestione degli pneumatici nella quale comunque è migliorato, è l’eccessiva foga in alcuni frangenti della corsa. Gli incidenti nel corso del primo giro in Stiria e Sakhir e la disperata frenata alla terzultima curva dell’ultimo giro in Turchia, poco dopo aver sopravanzato Perez, che gli è costata il secondo posto ne sono la testimonianza. Errori sottolineati da lui stesso col suo spirito autocritico.
Domani inizieranno i test pre-stagionali in Bahrain, tre giorni prove per i quali Leclerc si sente pronto come dichiarato da lui stesso presso il sito ‘motorsport.com’: “questo sarà il mio terzo anno consecutivo alla Ferrari e penso di non essermi sentito mai così parte della Scuderia prima dell’inizio del mondiale come quest’anno. Abbiamo svolto dei test a Fiorano con la monoposto di tre anni fa, quindi mi sento prontissimo per i test”.
Ho lavorato in modo analogo a quanto facevo nel passato durante la pausa invernale - ha proseguito Charles - concentrandomi su quali aspetti fossi ancora carente l’annata passata cercando di migliorarli. Penso che la gestione degli pneumatici nell’arco della gara sia ancora un aspetto sul quale debba progredire – ha evidenziato il ferrarista – anche se la scorsa stagione ho compiuto progressi importanti in questo senso e spero di farne anche quest’anno. Ho analizzato le gare del passato per capire su quali aspetti avremmo potuto migliorare come team, mio stile di guida e la monoposto per provare a massimizzare la gestione degli pneumatici nel corso della gara” ha concluso ambizioso Charles Leclerc.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password