WEC, Peugeot Sport annuncia i piloti per la stagione 2022

Una line-up di spessore internazionale per la casa automobilistica francese

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/02/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
I nuovi piloti della Peugeot Sport

Nella tarda mattinata odierna, la Peugeot Sport ha annunciato la line-up dei piloti che dal 2022 faranno parte del programma Hypercar del costruttore francese. Si tratta di: James Rossiter, Gustavo Menezes, Jean Eric Vergne, Loic Duval, Mikkel Jensen, Kevin Magnussen e Paul di Resta. Per il ritorno nel WEC e per provare nuovamente a vincere la 24 Ore di Le Mans, ultimo successo datato 2009, la scuderia con sede a Parigi ha formato un equipaggio di spessore.
Sei piloti titolari, più un pilota che avrà il ruolo di pilota di riserva e al simulatore in modo da contribuire attivamente allo sviluppo del programma Hypercar della casa transalpina. Una line-up che vanta la presenza di ex piloti di Formula 1 e Formula E ma anche di figure esperte nel World Endurance Championship.
Rossiter è stato collaudatore di Honda, SuperAguri e Force India in F1 e ha avuto svariate esperienze nei campionati WEC e GT. Menezes gareggia nel mondiale Endurance dal 2016, vincendo nel suo anno d'esordio il titolo iridato e la 24 Ore di Le Mans nella categoria LMP2.
Duval ha vinto la 24 Ore di Le Mans e il mondiale della categoria LMP1 nel 2013, oltre ad aver corso nel DTM e in Formula E. Di Resta ha corso in F1 nel triennio 2011-2013 alla guida della Force India ed è stato campione nel DTM (2010) e vincitore della 24 Ore di Le Mans categoria LMP2 (2020).
Magnussen ha gareggiato in F1 nel 2014 e dal 2016 al 2020 con McLaren, Renault e Haas. Vergne vanta un’esperienza triennale in F1 alla guida della Toro Rosso (2012-2014) ma soprattutto è stato campione del mondo Formula E nelle stagioni 2016/2017 e 2017/2018. Infine Jensen, campione ‘ADAC Formel Masters’ nel 2014 e dell’ELMS categoria LMP3 nel 2019.
Piloti con un curriculum di caratura internazionale, tant’è vero che Olivier Jansonnie, direttore tecnico WEC Peugeot Sport, si è detto entusiasta della scelta: “abbiamo esaminato tutti i campionati di endurance che sono stati organizzati negli ultimi cinque anni. Non abbiamo preso in considerazione solo i risultati individuali. Abbiamo anche esaminato la velocità, la coerenza e l'affidabilità di una lunga lista di piloti perché stiamo cercando un line-up di piloti in grado di interagire bene tra di loro con spirito di squadra. Un mix di giovani promettenti e piloti di esperienza con con capacità di sviluppo, specialmente nel campo della tecnologia ibrida”.
Anche Jean Marc Finot, direttore Stellantis Motorsport, ha avuto parole al miele per i nuovi piloti: “la qualità delle relazioni personali tra ogni membro coinvolto nel progetto è di fondamentale importanza. Lasciando stare le loro abilità alla guida, i principali criteri che abbiamo preso in considerazione quando abbiamo parlato con loro, sono stati la loro mentalità e le loro abilità in termini di motivazioni nell’aiutare il team a raggiungere gli obbiettivi. Questo perché nel mondo dell’endurance racing, il fattore umano è una delle chiavi del successo”.
Anche Frédéric Lequien, CEO del FIA World Endurance Championship, ha colto con entusiasmo il programma della casa automobilistica francese: “la Peugeot Sport ha annunciato una line-up di piloti davvero forte per dare l’assalto al mondiale ed è fantastico vedere come continuino a fare progressi con il loro programma Hypercar. La forza e l’esperienza dei loro piloti non è seconda a nessuno e sicuramente saprà farsi valere in pista. Ci auguriamo che possano continuare con successo il loro programma di sviluppo e non vediamo l’ora di dargli il benvenuto sulla griglia di partenza nel 2022".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password