La Formula 1 è sempre più vicina al Mugello

Il Gran Premio di Toscana non è un miraggio

pubblicato il 01/07/2020 in Sport da Marica Marietti
Condividi su:
Marica Marietti

Un secondo Gran Premio per l’Italia potrebbe corrersi già nel 2020. Infatti il circuito del Mugello potrebbe essere utilizzato per disputare la gara del 13 settembre, a una settimana di distanza da quello di Monza, il Gran Premio d’Italia. Il nome del GP sembrerebbe ricadere proprio su “Gran Premio della Toscana”.

Il circuito attualmente appartiene alla Ferrari ed è considerato uno dei più suggestivi, moderni e sicuri del panorama internazionale. Inserito tra le colline toscane, la configurazione è rimasta sempre la stessa, con dislivelli e curve originali, nonostante qualche piccola modifica per ragioni di sicurezza. Negli ultimi anni il circuito è tappa fissa del calendario del Motomondiale ma per la Formula 1 è solo una pista utilizzata in occasione di prove o eventi particolari. Infatti la scuderia del cavallino rampante ha girato qui il 23 giugno per fare le prove in vista della ripresa delle gare, il 5 luglio in Austria.

Il progetto di utilizzare la pista di Scarperia per il mondiale di Formula 1 non è una novità. Al termine della scadenza del contratto con l’autodromo di Monza, nel 2024, si sarebbe pensato di correre qui. Le procedure sono state velocizzate, già in occasione dell’annullamento del GP di Cina per Covid, si era proposto il Mugello per sostituire la gara ma con l’avanzata dell’epidemia anche in Italia tutte le iniziative sono state rimandate.

Nelle ultime ore però, un post di Matteo Renzi ha risollevato la questione "Il Mugello ospiterà il gran premio di Formula 1. Manca solo l'ufficializzazione, ma ormai sembra fatta” scrive sui social e quindi l’ufficialità sembra molto vicina.

Il circuito si sta preparando per mettere a punto i protocolli anti Covid previsti per tutte le gare in ripresa. L’evento si terrà a porte chiuse, ogni team non potrà avere più di 80 addetti e il personale di stampa e tv sarà molto ridotto.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password