Kazu Miura il sole in Giappone non tramonta mai neppure a cinquant'anni

L' ex Genoano Miura a cinquant'anni rinnova il contratto e resta un calciatore in attività

pubblicato il 12/01/2017 in Sport da Nicola Biagi
Condividi su:
Nicola Biagi

Un fisico asciutto ed una condizione fisica invidiabile quella di Kazuyoshi Miura che a cinquant'anni non ha nessuna intenzione di smettere col calcio giocato, ed allora ecco il rinnovo con lo Yokohama FC squadra che milita nella massima serie del campionato giapponese.

Trentadue anni di carriera per Miura, con 89 presenze e 55 reti in Nazionale Giapponese senza mai aver disputato un campionato mondiale, primo calciatore giapponese ad approdare nella serie A italiana nella stagione.

Nelle fila del Genoa per la stagione 1994/95 dove uno sponsor giapponese pagava al club del Grifone per ogni sua presenza. Con il Genoa Kazu Miura realizzò un solo gol in serie A, destinato a restare nella storia del calcio come il primo gol realizzato da un calciatore giapponese e lo segnò addirittura nel derby contro la Sampdoria poi perso per 3-2 dal Genoa.

Un campionato opaco in serie A al Genoa agli ordini del compianto professor FrancoScoglio, che lo definì così: " È soltanto un bravo ragazzo." L' attaccante giapponese giunse in Italia per misurarsi coi migliori campioni del globo all' epoca, una meteora che lasciò comunque il suo ricordo suscitando simpatia e curiosità in un campionato, quello italiano che iniziava ad aprirsi verso l' era moderna del calcio giocato. Adesso a "soli" cinquant'anni per lui non è ancora venuto il momento di smettere avendo rinnovato ancora una volta il contratto avviandosi verso traguardi da Guinnes dei Primati.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password