La sezione Rugby del Club Sportivo Scandicci 1908

L'allenatore Riccardo Benvenuti spiega questo sport antico, ricco di fascino ed energia

pubblicato il 03/11/2016 in Sport da Nicola Biagi
Condividi su:
Nicola Biagi

Il Rugby è uno sport che sta avendo una forte crescita nel panorama sportivo italiano, schizzato alla ribalta dei riflettori e  andato ad insidiare il trono di sport nazionale addirittura al  calcio. In questo trend di  crescita si è inserita anche la sezione uno storico club sportivo alle porte di Firenze: la sezione Rugby del Club Sportivo Scandicci 1908. Riccardo Benvenuti   è allenatore delle giovanili Under 12 di questa sezione  oltre alla squadra dei senior  over 35 “I Trinceroni” dove si dilettano anche i genitori dei bambini che praticano il rugby insieme ad altri appassionati.

Benvenuti racconta di aver  conosciuto  il rugby insieme ad un amico, Jean Panizzi,  ben 30 anni fa, assistendo casualmente a una partita in un campo vicino a casa. Provarono per curiosità, ma in realtà fu  amore a prima vista, un amore che dura appunto da tre decenni.   Oggi i due  allenano insieme i ragazzi dello Scandicci Rugby e Jean è il capitano dei senior. 

La categoria Under 12 viene considerata un vero e proprio mini rugby, con caratteristiche simili al gioco degli adulti, ma con regole semplificate per rendere più agevole l’ introduzione e l’ approccio allo sport dei    più piccoli. Un bambino può già avvicinarsi al mondo della palla ovale all’ età di 4-5 anni, come  dimostra la categoria Under 6 dello Scandicci Rugby. I piccoli vengono poi seguiti nel percorso fino ad arrivare all’ under 12, tutte categorie dove non viene svolto un vero e proprio campionato, ma per le quali la Federazione Italiana organizza vari incontri tra le squadre del territorio.

E’ uno sport formativo che insegna a mettercela tutta per raggiungere un obiettivo e anche se poi non si si vince, resta la soddisfazione di aver dato tutto in campo, nel totale rispetto dell’ avversario, sempre in primo piano. Il Rugby è uno sport che si può praticare in tutta sicurezza, anche se visto da fuori può sembrare duro e rude, tutto quello che viene fatto nella competizione è totalmente calcolato e determinato da movimenti chiari che fanno parte di azioni contenute nei regolamenti dello sport, con un'incidenza d’ infortunio pari a quella che ritroviamo nel gioco del calcio.

Adesso il Rugby a Scandicci sta riscuotendo un buon successo, con circa 80 ragazzi che lo praticano, un continua crescita  frutto anche di un bacino molto ampio. 
L’ invito è quello per chi volesse, di venire a praticare uno sport sano dove si pensa soprattutto al divertimento, all’ educazione e alla formazione sia mentale che fisica dei bambini, in tutta sicurezza e nel  pieno rispetto della vita e dell’avversario.

mailto:inforugby@csscandicci1908.it
mailto:segreteriarugby@csscandicci1908.it

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password