Lutto alle paralimpiadi 2016

Muore ciclista iraniano caduto durante la gara

pubblicato il 18/09/2016 in Sport da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Evento funesto  alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro. Il ciclista iraniano Bahman Golbarnezhad, di soli 48 anni, è morto ieri  per la rovinosa caduta  nel corso della prova di ciclismo su strada classe C-45, 

Bahman è caduto durante la discesa di Grumari e nella caduta è andato a picchiare violentemente la testa . Nonostante i soccorsi immediati non c'è stato niente da fare, è morto durante il tragitto dalla pista all'ospedale di    Barra da Tijuca per un arrestato cardiaco.

Bahman era sposato con una giocatrice della nazionale paralimpica di basket, e lascia due figli.  Era stato concorrente delle  Paralimpiadi di Londra 2012 Al Villaggio olimpico si è tenuta nella giornata di ieri  una cerimonia per commemorarlo.

La gara che è stata fonte di lutto per l'Iran  è stata invece importante per il medagliere italiano. Andrea Tarlao  è arrivato terzo nella Road Race C4-5.  Una gara emozionante, quella che si è svolta sul circuito carioca di Pontal. A dieci metri dall'arrivo Dementyev è primo, l'australiano Donohe, nel tentativo di passarlo, rovina addosso all'ucraino. Donohe si rialza e taglia il traguardo a piedi. Per i giudici non è vittoria. L'oro va all'olandese Abraham, l'argento al brasiliano Chaman e il bronzo a Tarlao. Per l'Italia si tratta della 36esima medaglia ai Giochi di Rio.

 

   

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password