Mantelli dell'invisibilità: non è un film!

Gran Bretagna. Gli scienziati della Cambridge descrivono la straordinaria scoperta.

pubblicato il 29/07/2014 in Scienza e Tecnologia da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

In verità non è la prima volta che si parla di invisibilità, ma le nuove scoperte hanno reso questa teoria, che per alcuni era solo pura fantasia, qualcosa di reale e su larga scala.

Lo hanno descritto nella rivista “Nature Communications” gli scienziati dell'Università di Cambridge.  Con la produzione di nano-stringhe d'oro è possibile agire sulla luce e creare l'effetto dell'invisibilità. Questo metodo, rispetto alle tecniche teorizzate in passato, consentirebbe di ottenere materiali dell'invisibilità in quantità nettamente superiori a quelle che, fino ad ora, è stato possibile realizzare. Uno degli autori della ricerca, Ventsislav Valev, ha sostenuto che, cucendo tra loro le stringhe d'oro è possibile incidere efficacemente sulla luce. Infatti questa, quando colpisce una qualsiasi cosa, può essere assorbita oppure riflessa, facendo vedere gli oggetti. Tutto cambia se si utilizzano materiali della nanotecnologia, di dimensioni microscopiche, assemblati con nano particelle d'oro, legate da una luce laser non focalizzata. Questi materiali interagiscono con la luce, controllando il modo in cui essa li attraversa e facendola rifrangere nel modo sbagliato, si ottiene come effetto l'invisibilità oppure si fa apparire diversi gli oggetti . Delle molecole a forma di barra, i cucurbiturili (Cbs), consentono di mantenere la distanza tra le stringhe, rendendo la struttura ordinata.
Se l'invisibilità è sempre apparsa, come il teletrasporto, la telecinesi e tanto altro, il frutto dell'immaginazione di scrittori e registi del genere fantasy, oggi si traduce in realtà . Chissà se in futuro potremmo essere in grado di raggiungere luoghi lontani senza dover prendere aerei e spostare oggetti senza l'uso delle mani, perché no magari proprio oggetti invisibili.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password