Individuata la massa del pianeta Kepler-10c

La ricerca condotta dal gruppo di Xavier Dumusque

pubblicato il 04/06/2014 in Scienza e Tecnologia da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Di Kepler-10c, il corpo celeste individuato nel maggio 2011, si conoscevano già le ragguardevoli misure (circa 2.3 quelle terrestri), ma la sua massa era ancora ignota. Ora, invece, è giunta la notizia che il gruppo di Xavier Dumusque dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, utilizzando lo spettrografo di precisione HARPS-N, è riuscito ad ottenere questo dato, osservando il gigante roccioso muoversi nel suo sistema. Con la sua composizione, in parte simile a quella terreste, ma la massa superiore di ben 17 volte, Kepler-10c può essere considerato una sorta di "anomalia non prevista". Secondo le teorie correnti, non si considerava possibile l'esistenza di Pianeti del genere. L'enorme attrazione gravitazionale di un corpo così massiccio, infatti, avrebbe dovuto originare uno spesso involucro di gas attorno ad esso, portando il Pianeta ad accrescere le proprie dimensioni fino a diventare come Nettuno o addirittura come Giove. Kepler-10c, invece, sembra proprio composto principalmente da rocce, mantenendo la sostanza di un Pianeta solido, anziché di un gigante gassoso. «Proprio quando pensi di aver compreso tutto, la natura ti dà un'enorme sorpresa, in questo caso letteralmente» , ha dichiarato Natalie Batalha, scienziata per la missione Kepler.

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password