LA SAPIENZA, L’UNIVERSITA’ DELL’EQUILIBRIO TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE: CORSO DI WEB SERIE E PRODOTTI MULTIMEDIALI

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 20/05/2018 in Scienza e Tecnologia da Ufficio Stampa Thinkfull
Condividi su:
Ufficio Stampa Thinkfull

Consapevoli che autori, produttori, broadcaster ed aziende guardano con crescente attenzione il fenomeno delle web series, tra sperimentazione e integrazione, già da qualche anno è nata l’esigenza di dare vita  ad un percorso formativo con un taglio professionalizzante, per fornire una preparazione ed un orientamento adeguati agli studenti che si apprestano ad affacciarsi sul mercato del lavoro e per rispondere al tempo stesso alle esigenze di un crescente numero di imprese interessate ad operare in questo ambito.
L’università La Sapienza di Roma e più nello specifico il DASS, grazie al prezioso sostegno di SIAE che dimostra così l’interessa alla crescita culturale dei giovani creativi  ha attivato per il terzo anno consecutivo un corso su “web series e prodotti digitali”.
Ciò permetterà di effettuare ricerche nel settore dei prodotti webnativi e multimediali con un particolare interesse verso le web series come nuova forma espressiva degli autori italiani. Professionisti come Luca Vecchi, gli Zero, Ivan Silvestrini e molti altri, guidati dalla docente Janet De Nardis indagheranno il fenomeno delle web-series e più in generale della produzione di contenuti originali per la rete.
Si tratta di un progetto fortemente voluto dai docenti Mauro Di Donato e Andrea Minuz coscienti che la conoscenza della struttura economico-finanziaria delle imprese audiovisive è importante quanto la coscienza collettiva dell’esistenza di un diritto d’autore che va tutelato.
La terza edizione del Corso terminerà con un incontro in autunno per affrontare tematiche come l’evoluzione del mercato dei contenuti audiovisivi on line nel contesto europeo ed internazionale, l’evoluzione degli investimenti pubblici e privati e la struttura economico-finanziaria delle imprese audiovisive.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password