TELEFONIA MOBILE – Confedercontribuenti: “FREE-MOBILE, troppo entusiasmo in Francia per chi bleffa?”

A seguito alla fusione di WIND e 3 si è aperta la porta del bel Paese per un altro gestore di telefonia che farà il suo ingresso entro inizio 2018. Confedercontribuenti segnala le prime stranezze.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 05/09/2017 in Scienza e Tecnologia
Condividi su:

Il quarto gestore di telefonia mobile sarà  Free Mobile, un operatore telefonico francese che fa parte del gruppo Iliad, azienda fondata da Xavier Niel, che  in Italia si chiamerà “ho.mobile”.

Questo gestore si è sempre contraddistinto per la sua natura low-cost: infatti a dicembre 2013 è stato il primo operatore francese a rendere disponibile gratuitamente la frequenza 4G, scatenando una guerra al ribasso tra gli altri gestori francesi.

“Consultando il sito ufficiale francese oltre a leggere tariffe a prima vista molto accattivanti scorrendo sui dettagli si leggono già delle stranezze: Sardegna e Sicilia  pur essendo isole  sono comunque Italia ma vengono inserite separatamente. La stessa cosa anche per le Isole elleniche. Le nazioni sono inserite due volte creando illusione e confusione nel numero dei paesi raggiungibili. Ci auguriamo che gli errori gravi finiscano con la geografia. Confidiamo nei controlli che sempre contraddistinguono l’Italia  e che sia garantita pertanto la massima chiarezza, trasparenza a garanzia per gli utenti e della  leale concorrenza” – interviene Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti.

A molti sarebbe sfuggita la “pecca geografica”  nelle offerte della compagnia telefonica d’oltralpe ma come sempre Confedercontribuenti si è dimostrata attenta nella segnalazione a tutela del contribuente.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password