Le orche? 'Mammiferi mammoni'. La ricerca sotto la lente

Studio di un gruppo della Exeter e della New York University

pubblicato il 17/10/2013 in Scienza e Tecnologia da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Le orche vanno in menopausa ed assumono, invecchiando, un comportamento simile a quello degli esseri umani. Lo rivela una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori della Exeter Univeristy e della New York University che hanno studiato per 30 anni la vita di più di 550 grazie ad un finanziamento ottenuto dal Natural Environment Research Council (NERC) .

Le orche, insieme alla balena pilota ed agli esseri umani, sono le uniche tre specie di mammiferi che continuano a vivere a lungo dopo che è cessata la capacità riproduttiva e questo fa sì che le madri continuino ad occuparsi dei figli, e dei nipoti, anche quando questi raggiungono l'età adulta.

Lo studio ha documentato come dopo il ciclo riproduttivo, che inizia intorno ai 10 anni e che può durare fino ai 40 anni di età, l'orca possa raggiungere i 90 anni restando nel branco ed occupandosi degli esemplari più giovani. Una cura che avviene senza contrasti con le altre femmine ancora in età riproduttiva. Gli scienziati hanno anche dimostrato come i maschi adulti , dai 16 anni in poi, tendano sempre a tornare dalle madri dopo l'accoppiamento con femmine di altri gruppi familiari. In un precedente studio pubblicato lo scorso anno, i ricercatori avevano rivelato come un maschio che perda la madre abbia il 14% in più delle probabilità di perdere egli stesso la vita.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password