Emma Bonino : mi hanno salvato i sogni

Emma Bonino racconta quali sono stati i suoi sette alleati nella battaglia contro il cancro

pubblicato il 01/06/2015 in Salute e alimentazione da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Emma Bonino non ha dubbi, prima cosa da fare in caso di diagnosi del tumore: Non identificarsi mai con il male, continuare a fare sogni e progetti, e soprattutto "continuare a guardare in avanti". Ne ha voluto parlare qualche giorno fa nel corso un videomessaggio all'incontro 'Leo per le donne', evento creato da Umberto Veronesi per celebrare e aiutare tutte le donne che ogni giorno conducono la loro battaglia contro il tumore.

Il cancro ha detto la Bonino, "è una sfida che stiamo affrontando e che sicuramente non volevamo. Mi ha aiutato molto non identificarmi con il cancro: non sono il mio tumore. E' un impedimento che mi trovo ad affrontare, ma sono rimasta una persona con sogni ma anche con progetti". Mia madre diceva sempre che è importante avere sogni che si realizzano, ma più importante è averli."

La Bonino quindi continua a pensare con serenità al suo futuro, adesso che è estate pensa alle sue vacanze a dove andrà e con chi vuole trascorrerle. La ex presidente del senato e deputata radicale ha dichiarato che è stata importantissima anche la fiducia che ha sempre riposto nei suoi medici che le hanno spiegato il suo problema : l'oncologo, la radioterapista e la  nutrizionista che l’hanno aiutata fisicamente a sopportare la cura .

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password