Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Scoperto il "glutine amico" per i celiaci

La ricerca effettuata dall'Università di Foggia

Condividi su:

Finalmente arriva una nuova speranza per chi soffre di celiachia, l’intolleranza al glutine che obbliga ad escludere dalla dieta alimenti come pane, pasta, biscotti e pizza e ad eliminare le più piccole tracce di glutine. Ora, un metodo innovativo potrebbe consentire ai celiaci di consumare tutti gli alimenti loro vietati. La buona notizia arriva dall’Università di Foggia, dove un gruppo di ricercatori composto dai professori Aldo Di Luccia e Carmen Lamacchia e coadiuvato dalla ricercatrice del Cnr Carmela Gianfrani, ha messo a punto una tecnica scientifica che permette di modificare le proteine del glutine nel frumento, così da non scatenare la reazione di intolleranza nei soggetti celiaci. Il metodo in questione, infatti, consente di ottenere una tipologia di glutine, chiamato appunto “gluten friendly”. Si tratta di una proteina commestibile che, se le ricerche ne attesteranno la validità, sarà indicata per farine destinate alla preparazione di pasta, pane, merendine e prodotti da forno comunemente ottenuti dal frumento. Un grande passo avanti, dunque, per la scienza, se si pensa che, oggi, la celiachia è una delle forme più comuni di intolleranza alimentare, che colpisce l’1% della popolazione europea e statunitense. 

Condividi su:

Seguici su Facebook