WhatsApp: l'abuso fa infiammare i polsi

Colpita una donna spagnola

pubblicato il 02/04/2014 in Salute e alimentazione da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Ebbene si, trascorrere troppo tempo sui social network non e' del tutto salutare. Questa volta si tratta di WhatsApp, che secondo la rivista scientifica 'Lancet' ha provocato nei confronti di una donna spagnola la cosiddetta 'whatsappite', una sorta di infiammazione ai polsi causata da ben sei ore trascorse sulla nota applicazione di messaggistica istantanea. "La diagnosi per il dolore bilaterale ai polsi è stata di Whatsappite - spiegano dalla rivista - . Il trattamento è consistito in farmaci antinfiammatori e astinenza totale dai messaggini, con un miglioramento solo parziale, anche per il fatto che la paziente non ha seguito la prescrizione e ha scambiato di nuovo messaggi".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password