Gli italiani e lo sport in un Convegno di Federchimica Assosalute

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 28/05/2022 in Salute e alimentazione da PAOLA DI PIETRO
Condividi su:
PAOLA DI PIETRO

Da un ricerca condotta da Human Highway per Assosalute ( Associazione nazionale farmaci di automedicazione ) appartenente a Federchimica su un campione rappresentativo della popolazione Internet pigrizia e mancanza di tempo sono risultati i maggiori ostacoli alla pratica sportiva da parte della popolazione, anche se negli ultimi dieci anni la partecipazione alla pratica sportiva intesa almeno come un minimo di movimento necessario alla prevenzione efficace contro le malattie. Dalla ricerca è emerso che negli ultimi dieci anni la pratica dell’esercizio fisico è progressivamente aumentata secondo una scala di valori che nel 2012 era pari al 59,3%, nel 2017 era del 64,2% fino a raggiungere il 69,2% nei primi mesi del 2022. I risultati della ricerca sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che ha avuto per oggetto “ Salute e movimento: dalla prevenzione ai rimedi per i piccoli disturbi “ alla quale ha partecipato il Prof. Michelangelo Giampietro, specialista in Medicina dello Sport ed in Scienze dell’alimentazione. Il Prof. Giampiero ha fatto rilevare come i benefici derivanti dall’esercizio di una pur minima attività fisica dipendono soltanto in minima parte dal dispendio energetico che si attiva durante un qualunque esercizio fisico; in ogni caso, ha evidenziato il relatore, il movimento produce positivi benefici complessivi per la salute in quanto agisce in maniera positiva sull’intero organismo grazie all’azione antinfiammatoria ed antiossidante che si sviluppano consentendo di fronteggiare positivamente, intercettandole, prevenendole e controllandole, tutte quelle malattie cronico – degenerative, metaboliche e cardiovascolari come il diabete, l’obesità, l’ipertensione; inoltre, ha sottolineato il Prof. Giampietro, la regolare pratica di un esercizio fisico di qualunque portata ed importanza potenzia le naturali difese dell’organismo creando una sorta di barriera protettiva tanto a livello fisico che psichico. Secondo l’indagine di Human Highway sono gli adolescenti i più sportivi i quali traggono dall’esercizio fisico benefici consistenti, ad esempio, nella maggior produzione dell’ormone della crescita; ne deriva che l’educazione alla pratica sportiva è in grado di autogestirsi e di controllare l’emotività dei giovani i quali, in tal modo, ottengono benefici importanti per la loro crescita individuale. Negli adulti, la pratica sportiva è anche in grado di produrre benefici effetti sulla cura dei dolori e dei piccoli infortuni, specificando che appare opportuno che l’assunzione di piccoli farmaci per eliminare eventuali dolori non avvenga mai prima di iniziare a praticare un qualunque allenamento o attività sportiva in genere. Il Prof. Giampietro ha poi consigliato una serie di regole base da tenere a mente quando si decida di intraprendere una attività sportiva: tali preziosi consigli sono facilmente reperibili sul sito www.semplicementesalute.it. La conferenza stampa si è conclusa con l’affermazione che la pratica dell’esercizio fisico giova senz’altro alla salute, in particolare sul cuore, sulla gestione dello stress psicologico determinando anche un generale miglioramento delle funzioni dell’organismo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password