Attraverso i sentieri del gusto… Nasce a Piazza dei Fumetti a Roma il primo gusto col lievito

L'eccellenza de 'l'officina BAKERY'

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 14/10/2020 in Salute e alimentazione da Francesca Ghezzani
Condividi su:
Francesca Ghezzani

È un’analisi del mondo che viviamo, il gelato artigianale italiano aldilà dell’essere un dolce è una forma di espressione del gelatiere stesso. L’artista-artigiano, in quanto essere umano, viene condizionato da tutto ciò che lo circonda, sia in ambito lavorativo che privato ed in base al proprio background culturale ed al proprio percorso di vita esprime poi tutte le influenze ricevute nelle proprie creazioni.

Stiamo vivendo una fase epocale, una storicità del tutto nuova, che sta considerevolmente cambiando le nostre abitudini ed il nostro stile di vita. Da quest’analisi nasce il gusto LOCKDOWN: sostanzialmente l’esigenza di creare qualcosa di rappresentativo, che ci unisse tutti e che ci facesse immedesimare in una esperienza vissuta dalla collettività. Proprio a sottolineare come nel periodo di isolamento abbiamo riscoperto le abilità manuali, il saper fare, il valore del cibo costruito da zero.

Per la formulazione di questa ricetta, il geniale Maestro Antonio Scarfone è partito dalla ricerca dei prodotti di genere alimentare più venduti durante il periodo del lockdown: lievito, farina e passata di pomodoro, poi messi in relazione creando un gusto inedito, singolare: per la prima volta parliamo di un SORBETTO AL LIEVITO MADRE con aggiunta di farina e orzo, variegato con una terra di pomodori secchi pralinati. È un gusto 100% regionale, in quanto i pomodori secchi usati per la variegatura sono della varietà “Roma”, le farine utilizzate sono tutte prodotte dall’azienda agricola Umberto Di Pietro, a Capena (Roma). Il lievito madre (lievitato per questo gelato ben 48h), è realizzato con le medesime farine da Marco Bocchini de “Gran Fornaio 2020” sita a Genzano di Roma, che rappresenta una delle aziende produttrici del pane casareccio di Genzano IGP, primo prodotto da forno ad ottenere questo marchio in tutta Europa. Il sapore fermentato, la spiccata acidità ed un lieve profumo agrumato sono le caratteristiche che contraddistinguono questo lievito madre, lo scopo è quello di richiamarle anche all’interno di un sorbetto evitando l’intromissione organolettica da parte di latte, panna e altri ingredienti di origine animale, all’interno c’è solo l’essenziale. La variegatura composta da una terra di pomodori secchi pralinati, con le sue spiccate note di dolcezza e caramello, creano un connubio piacevole con il sapore fermentato di lievito.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password