Long Term Care. E’ utile sapere che i bancari hanno diritto ad una copertura assicurativa gratuita nei casi di perdita dell’autosufficienza

È una polizza molto diffusa in America , in Italia poco conosciuta, ed in particolare i bancari stessi destinatari dell'agevolazione non la conoscono del tutto.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 07/09/2019 in Salute e alimentazione da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì

di Filippo Virzì 

Non tutti sanno e spesso gli interessati stessi (i bancari)  dell’esistenza di un’importante  copertura assicurativa denominata  “Long Term Care”,  una copertura assicurativa che interviene nei casi di perdita dell’autosufficienza a causa di un infortunio o di una malattia, quindi, della capacità di svolgere autonomamente le principali azioni quotidiane.

Nel CCNL del 2007 le parti sociali, riportiamo testualmente dal sito ufficiale della Casdic,  in modo lungimirante, introdussero la Long Term Care, affidandone la gestione alla stessa Casdic, garantendo a partire dal 1° gennaio 2008, un rimborso annuale a fronte di presentazione di idonea documentazione per spese sanitarie e/o socio-assistenziali sostenute in relazione allo stato di non autosufficienza preventivamente accertato.

È una polizza molto diffusa in America , in Italia poco conosciuta, ed i particolare i bancari stessi destinatari dell'agevolazione non la conoscono del tutto.

Questa polizza  dá un contributo annuale fino a 16.800 euro per spese documentate inerenti lo stato di non autosufficienza ( istituti , badanti , visite ecc).

Sul sito della Casdic , cassa mutua per i dipendenti del credito si trova anche la modulistica.

Le Aziende annualmente, dovranno: memorizzare e aggiornare i propri dati anagrafici inserire e/o modificare l'elenco dei dipendenti aggiornare i versamenti effettuati i versamenti per tutto il personale in servizio alla data del 1° gennaio dell’anno di riferimento vanno effettuati entro la fine del mese di gennaio dell’anno (non dirigenti: 100 € pro-capite; dirigenti: 400 € pro-capite).

Ecco il link dal quale attingere ulteriori informazioni:

https://www.casdic.it/Documents.asp?DocumentAreaID=4&fbclid=IwAR1CWo5782gVnUYbO05Mi83SgHME1m0lphxbDhBaYvdipszQhjwBtmhMPJU

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password