Assaggi d'Italia: braciole di cavallo

In Abruzzo con Caterina

pubblicato il 05/08/2017 in Salute e alimentazione da Chiara pirani
Condividi su:
Chiara pirani

Proseguiamo con la nostra nuova e speciale rubrica, che vi permetterà di fare un viaggio tra i sapori d'Italia, oltre che tra i ricordi che i piatti tipici di ciascuna regione hanno il potere di evocare in chi ce li racconta.
Il vostro biglietto sarà il gusto, il “mezzo di trasporto” la lettura. Pronti per partire?

Il viaggio continua nella nostra bellissima terra, caratterizzata dal sapore inconfondibile degli arrosticini e delle pallotte casc e ov e dagli assaggi della tradizione: l'Abruzzo.

Oggi, dunque, si gioca in casa: la nostra prossima tappa è proprio Guardiagrele (CH) o meglio la piccola frazione di Caporosso, la terra di Caterina, che ce la racconta attraverso un piatto dal sapore intenso, piccante e abruzzese doc, capace di far sentire il profumo di casa anche a chilometri di distanza.

"Non riesco a spiegare bene perché questo piatto mi ricordi la mia terra: forse è perché lo mangio solo qui in Abruzzo. Le braciole di cavallo mi ricordano casa: mia mamma le prepara spesso e io ne mangerei a migliaia."

Un tuffo nella tradizione o, semplicemente, un boccone di bontà da voler assaporare all'infinito, se fosse possibile.

"Penso che le braciole abbiano davvero un potere straordinario: anche solo a sentirne parlare, io penso a casa, penso alla mia famiglia, penso a quanto sono buone.
Adoro quelle super piccanti, ma, a causa della preparazione piuttosto lunga, non si tratta di un piatto che si può cucinare così spesso: diciamo che le mangio circa due volte al mese, e quando le assaporo tutto sembra migliore!"

Sarà merito del gusto tutto particolare della materia prima utilizzata, adatta solo ai palati...abruzzesi doc.

"Molte volte, quando si parla di carne di cavallo, alle persone capita di storcere il naso: la verità è che si tratta di una carne dal sapore caratteristico. Mio nonno diceva addirittura che le braciole migliori sono quelle con la carne d'asino!"

Anche questo assaggio d'Italia e di Puglia si conclude qui. Ma è solo la settima tappa del nostro viaggio: continuate a seguirci e correte a fare il prossimo biglietto!

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password