Matteo Renzi da Giletti: "Non sono ancora soddisfatto"

Ospite de 'l'Arena' su Raiuno, il premier Matteo Renzi fa un bilancio sull'anno appena passato

pubblicato il 21/12/2015 in Politica da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

"Come sta l'Italia oggi? Meglio di un anno fa, è come se fosse guarita. Nel 2016 tutti i segnali dicono che andremo ancora meglio. Nel 2012-2013-2014 il Pil è diminuito. Il 2015 è il primo anno con un passettino in avanti, l'anno prossimo faremo più dell'1,5% ma è tutto nelle nostre mani" inizia Matteo renzi ospiete nel salotto domenicale di Massimo Giletti. Secondo Renzi quest’anno il deficit è al 2,4, è il miglior deficit da 10 anni a questa parte.

'Per quanto riguarda i suoi avversari , Renzi accusa il M5s accusa di fare  opposizione solo a telecamere accese e di non essere stati in aula al momento dell'approvazione della legge di stabilità.  "Stanotte si sono ammalati tutti, cos'era la febbre del sabato sera?".

Per quanto riguarda le banche Renzi ammette che il  decreto sulle quattro banche è stato ''fatto per spegnere un incendio'' ma il ''sistema va ripensato''. La prossima mossa che faremo sarà quella di unificare le banche di credito cooperativo: troppe poltrone, troppi direttori". Detto in uno slogan: "Più banche per il Paese meno banche di paese".
Renzi conclude dicendo che Bankitalia gode il massimo rispetto del governo "La commissione parlamentare verificherà, chi ha sbagliato pagherà" ma "non è bombardando le banche che si esce da questa situazione".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password