Ieri sera Grillo a Piazza San Giovanni, a Roma: “Vinciamo noi!”

Si è conclusa ieri sera, a Roma, l’ultima tappa della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle

pubblicato il 24/05/2014 in Politica da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

Piazza San Giovanni, in occasione del comizio di Beppe Grillo, è gremita. Grillo apre il comizio dicendo: “Non c’è un partito, non c’è un leader. C’è un fluido che ci unisce. Mi avete donato una gioia che non conoscevo, me l’avete tirata fuori voi. Ci dicevano che eravamo i grillini, l’antipolitica, quelli che non contano, poi si sono stupiti che abbiamo preso il 25% e vedrete ora, si stupiranno ancora di più il 26 maggio” così Grillo apre il suo comizio a Piazza San Giovanni a Roma.  Il leader 5 Stelle continua il suo discorso dicendo alla grandissima folla presente in piazza: ”Hanno fatto il redditometro sui cittadini, noi facciamo un bel “politometro” su di loro per vedere dove vanno a finire i nostri soldi – e continua - l’Europa nessuno sa cos’è. Noi non andremo a sostituire un partito con un altro, noi siamo veramente un’altra cosa: un’altra idea di economia, un’altra idea di politica, siamo il piano B dell’Europa ed apriremo il Parlamento dell’Unione Europea come una scatola di wurstel”. Su Matteo Renzi, Grillo dice: “Mi fa pena questo ragazzo, ieri era a Piazza del Popolo senza il Popolo. Lui, il moderato, il pacato…ieri gridava! – e aggiunge - andrei dal papà di Renzi e gli direi: signor Renzi, vada dal suo bambino e gli dica che ormai è finita!” Il leader Cinque Stelle poi dice: “Difenderemo il made in Italy, metteremo al centro il popolo che deciderà la sua sovranità monetaria, economica e culturale”. E a conclusione della prima parte del comizio, chiude con lo slogan: “Vinciamo noi”.


In attesa del ritorno sul palco di Grillo diamo voce al Popolo che stasera ha riempito Piazza San Giovanni: ci sono persone di tutte le fasce d’età ma soprattutto tanti giovani, ragazzi che chiedono ed esigono un cambiamento, uno di loro dice: “Il Movimento 5 Stelle è l’unica soluzione per una rivoluzione pacifica del popolo, non abbiamo alternativa!” altri ragazzi intervistati dicono: “Questo Movimento rappresenta una novità assoluta nello scenario politico italiano ed europeo, Grillo è stato il promotore di un nuovo modo per fare politica e di vedere le cose, è la prova che una democrazia partecipata può essere possibile mentre la democrazia rappresentativa ha completamente fallito. Vogliamo un cambiamento: basta Stato, basta mafia, fuori la mafia dalla politica, devono andare tutti a casa, compreso il Presidente della Repubblica, vogliamo persone oneste che dicano la verità.  Il M5S nel 2013 ha portato la rivoluzione con la sua entrata in Parlamento (col voto palese e con tutta una serie di leggi che costringono la politica a scendere a patti con i cittadini e non a rimanere nella “fortezza”, simbolo del potere politico), ricordiamo inoltre, che una parte del programma del Movimento è stato copiato e diffuso sia dal partito di Forza Italia che dal Pd. Ovviamente gli altri partiti – continua il ragazzo intervistato- copiano il programma ma lo realizzano solo formalmente e solo durante la campagna elettorale, ma non in sostanza. Il M5S manda i parlamentari tra la gente, contatto che manca, invece, da almeno 30 anni nella storia della politica italiana”. Su Berlusconi e sull’accusa che fa a Grillo di essere come Hitler il popolo risponde: “Quella di Berlusconi è solo una tattica che viene utilizzata in campagna elettorale, perché lui è un esperto di marketing, quindi mette paura agli anziani, a coloro che sono abituati alla politica tradizionale e che si informano attraverso i mass media come la televisione che manda solo falsi messaggi,  ma – sottolineano – è solo una tattica per screditare l’avversario”.  “Il Movimento 5 Stelle è l’unica possibilità per riprendere in mano la situazione d’emergenza attuale”. Una signora presente al comizio vuole raccontarci la sua piccola storia “ Io per 23 anni non ho votato – dice – poi è nato mio figlio ed è stato lui a darmi l’imput per crederci ancora, mi sono informata insieme a mio marito, e questo movimento ci ha aperto la mente e il cuore e ci ha ridato la speranza come cittadini di poter rivedere un Paese pulito, soprattutto per i giovani e per le nuove generazioni – a tal proposito la signora continua dicendo -  io sono una mamma, e di solito le mamme hanno sempre ragione perciò vi dico: “datevi da fare ragazzi, e ci dovete credere perché ì l’ultima spiaggia, come ha detto Di Battista, è un treno che non passerà più!” Nell’attesa del ritorno del leader sul palco continuiamo ad ascoltare l’opinione del Popolo e chiediamo cosa ne pensano di Berlusconi e Renzi e ci rispondono così: “Guardare Berlusconi in televisione è un bellissimo spettacolo, una volta vedevamo Grillo per farci due risate, oggi si sono invertiti i ruoli – continuano riferendosi a Matteo Renzi – basta guardarlo in faccia che è tutto chiaro: somiglia a Mr Bean!” 


Ed ecco che alle 21 circa torna carico sul palco, il leader del movimento 5 Stelle e riprende il comizio dicendo: “Berlusconi va in tv a terrorizzare gli anziani sul Movimento 5 Stelle, va a dire cose inquietanti contro me. Gli anziani sono molti, 22 milioni. Ma è giunto il momento che le persone della mia età comincino a pensare ai loro figli e ai nipoti senza paura – e continua Grillo – vorrei dire ai figli di Berlusconi: “andate da vostro padre, prendetelo per mano e ditegli che è finita, portatelo a casa!”. Infine, a conclusione del comizio Beppe Grillo, leader del Movimento 5 stelle dice: “la mia è una rabbia buona, ho unito gli italiani. Noi non vinciamo, stravinciamo!”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password